Cosa bolle in pentola?

France meets Italy: meglio non si potrebbe definire questa ricetta che unisce una tecnica francese, ricordiamo la nascita casuale della classica Tarte Tatin alle mele, ad ingredienti tutti italiani, provenienti da nord a sud: abbiamo il sale all’aglio di Vessalico di Palatifini (GE), la polvere di capperi ed il paté di olive nere da Pantelleria, l’olio extravergine di qualità dalla Calabria, l’origano dalla Puglia, la farina dal Piemonte e il burro dalla Lombardia!

Devo a Laurel Evans l’idea di questa preparazione, che mi è parsa il giusto modo per utilizzare dei meravigliosi datterini, souvenir di una bella vacanza in Salento, e che, con le mie modifiche e aggiunte, ho realizzato così!

Ingredienti per 6 persone: pasta brisé al peperoncino (125 g di farina 00, 125 g di farina integrale, 120 g di burro, mezzo cucchiaino di sale, una punta di cucchiaino di peperoncino in polvere, 65 ml di acqua fredda), 1 cucchiaio di olio extravergine di oliva, 1 peperoncino fresco, 400 g di datterini fra rossi e gialli, sale all’aglio, origano secco, 1 cucchiaio di aceto di vino bianco, 1 cucchiaino di miele millefiori, polvere di capperi di Pantelleria, 2 cucchiai di paté di olive nere.

Preparare la pasta brisé facendo assorbire alle farine il burro freddo tagliato a pezzi ed aggiungendo l’acqua poca alla volta. Salare ed aggiungere la polvere di peperoncino e formare un disco. Coprirlo con la pellicola e tenere in frigo per una ventina di minuti e nel frattempo preparare il ripieno e preriscaldare il forno a 190°.

In una padella che possa poi essere messa in forno scaldare l’olio con il peperoncino tagliato a metà e disporvi i datterini, salare col sale all’aglio e coprire. Dopo 5 minuti girare e continuare la cottura per altri 2-3 minuti, poi schiacciare delicatamente i pomodori e toglierli con il ramaiolo e tenere da parte. Eliminare il peperoncino. Versare l’aceto ed il miele nel fondo della padella per addensare il sughino. Rimettere i datterini nel tegame, versarvi il paté di olive e spolverare con abbondante origano e polvere di capperi. Mescolare bene poi coprire con la pasta brisé, stesa appena più grande della padella, rimboccandone i bordi verso l’interno.

Infornare per 25 minuti poi, dopo che la Tarte Tatin si sarà intiepidita, rovesciare su un piatto di portata. Servire a temperatura ambiente.

Enjoy!!

Tarte tatin di datterini colorati

Tarte tatin di datterini colorati


Cous cous con pesto di agrumi per il 20° Cous Cous Fest di San Vito Lo Capo - #iofrullotutto
Muffin per la merenda dei bambini: una carica di energia per il rientro a scuola
Doriana Tucci

A proposito di Doriana Tucci

All’inizio di questa avventura, una cara amica ha avuto fiducia nelle mie capacità culinarie… Così ho gestito la pausa pranzo in un mercatino di beneficenza con grandi soddisfazioni! Poi è arrivato un corso professionale, una qualifica seria e un passaparola fra amici e conoscenti per il mio servizio di chef @ home. Il sito, nato grazie alla creatività di Michele, riceve ormai moltissime visite da internauti affezionati italiani e stranieri. Alcune amiche, appassionate di cibo e curiose del suo mondo, hanno cominciato a frequentare con me eventi e manifestazioni e la loro collaborazione si è rivelata preziosa. Daniela, giornalista freelance esperta di cucina, si è incaricata di scrivere le recensioni dei libri di argomento culinario che solleticavano la nostra curiosità. I corsi sono stati un’ovvia conseguenza, la passione per il cibo unisce e diventa esperienza condivisa. L’Associazione “La Signora dei Fornelli” è nata per diffondere sul nostro territorio la comune passione per la cucina, il buon cibo ed il buon vino, grazie anche alla collaborazione di Niccolò, il nostro sommelier AIS.