Cosa bolle in pentola?

Una caratteristica della cucina salentina, e pugliese in generale, è la grande quantità di antipasti, anche sulle tavole più semplici. Così si possono degustare moltissime specialità, soprattutto verdure e pesce, e queste polpettine, di cui vanno tutti ghiotti, sono l’esempio della creatività di quella terra. Ringrazio per la ricetta l’amica Lucia, titolare con il marito Antonio del Ristorante La Favorita di Guagnano (LE), una sicurezza quando si parla di tradizione, ma non solo, visto che numerosi sono i piatti che nascono dalla collaborazione di Lucia ed Antonio con lo chef del ristorante.

Ingredienti: 1 kg circa di polpo, pane bianco, 100 g di pecorino sardo di media stagionatura, 50 ml di vino bianco secco, 50 ml di acqua, menta o prezzemolo, 2 uova, pangrattato, sale, pepe nero in grani, olio di arachide per friggere.
Lessare i polpi per 40 minuti circa, finché la forchetta penetri nella parte più grossa dei tentacoli senza alcuna difficoltà, poi lasciarli raffreddare nell’acqua di cottura. Togliere la crosta a 3 fette di pane bianco e bagnarlo con vino e acqua, strizzare, mettere in una boule con le uova e mescolare bene. Tritare i polpi con la menta ed aggiungerli al resto dell’impasto, regolare sale e pepe ed eventualmente aggiungere poca menta tritata fine. Impanare con pangrattato, lasciar riposare per una mezzora, poi friggere a 140° in abbondante olio. Una volta dorate, estrarre e sgocciolare su carta paglia. Ottime come antipasto o come finger in un buffet.
Enjoy!!

Spätzle al nero di seppia con seppia scottata e gamberetti
Crema di funghi cardoncelli
Doriana Tucci

A proposito di Doriana Tucci

All’inizio di questa avventura, una cara amica ha avuto fiducia nelle mie capacità culinarie… Così ho gestito la pausa pranzo in un mercatino di beneficenza con grandi soddisfazioni! Poi è arrivato un corso professionale, una qualifica seria e un passaparola fra amici e conoscenti per il mio servizio di chef @ home. Il sito, nato grazie alla creatività di Michele, riceve ormai moltissime visite da internauti affezionati italiani e stranieri. Alcune amiche, appassionate di cibo e curiose del suo mondo, hanno cominciato a frequentare con me eventi e manifestazioni e la loro collaborazione si è rivelata preziosa. Daniela, giornalista freelance esperta di cucina, si è incaricata di scrivere le recensioni dei libri di argomento culinario che solleticavano la nostra curiosità. I corsi sono stati un’ovvia conseguenza, la passione per il cibo unisce e diventa esperienza condivisa. L’Associazione “La Signora dei Fornelli” è nata per diffondere sul nostro territorio la comune passione per la cucina, il buon cibo ed il buon vino, grazie anche alla collaborazione di Niccolò, il nostro sommelier AIS.