Cosa bolle in pentola?

Ingredienti: 3 cipolle rosse piccole di Tropea, 3 zucchine medie, 3-4 melanzane tonde, 2 gambi di sedano, 2 pomodori perini, 1 peperone rosso, 1 peperone giallo, una manciata di capperi sottosale, 1 confezione di Olive verdi a rondelle Saclà, mezzo barattolo di Olive nere snocciolate Saclà, olio extra vergine di oliva, olio per friggere, zucchero, aceto di vino sale, pepe nero macinato al momento.

Lavare e mondare tutte le verdure, poi tagliare a cubetti le melanzane e metterle a bagno in acqua salata per un’ora circa. Nel frattempo infornare i peperoni, dopo averne leggermente unto la pelle, a 200° per 30 minuti, poi spellarli una volta raffreddati e tagliarli a cubetti. Tagliare anche le zucchine, friggerle in olio di arachide, poi scolare su carta casa. A questo punto asciugarle bene le melanzane e friggerle per 5-6 minuti, scolando anche queste su carta casa. Affettare a velo le cipolle e rosolarle in un’ampia casseruola, come quella fotografata, della serie Salento White Ballarini con olio extra vergine di oliva e qualche cucchiaiata d’acqua, facendole appassire per una ventina di minuti, tenendo il coperchio. Sbollentare le coste di sedano in acqua bollente salata insieme ai capperi dissalati per qualche minuto, poi scolare e tagliare a cubetti il sedano, aggiungendolo alle cipolle, insieme alle olive a rondelle, alle olive nere tagliate a pezzetti, ai capperi e ai pomodori, privati dai semi e tagliati a cubetti. Salare e unire mezzo bicchiere d’aceto e un cucchiaio di zucchero alle verdure, far bollire qualche minuto, poi aggiungere anche melanzane e zucchine fritte. Continuare la cottura a fuoco basso per amalgamare gli ingredienti, e servire a temperatura ambiente come contorno a carni o pesci arrostiti o come antipasto.

Cozze gratinate
Palacinche
Doriana Tucci

A proposito di Doriana Tucci

All’inizio di questa avventura, una cara amica ha avuto fiducia nelle mie capacità culinarie… Così ho gestito la pausa pranzo in un mercatino di beneficenza con grandi soddisfazioni! Poi è arrivato un corso professionale, una qualifica seria e un passaparola fra amici e conoscenti per il mio servizio di chef @ home. Il sito, nato grazie alla creatività di Michele, riceve ormai moltissime visite da internauti affezionati italiani e stranieri. Alcune amiche, appassionate di cibo e curiose del suo mondo, hanno cominciato a frequentare con me eventi e manifestazioni e la loro collaborazione si è rivelata preziosa. Daniela, giornalista freelance esperta di cucina, si è incaricata di scrivere le recensioni dei libri di argomento culinario che solleticavano la nostra curiosità. I corsi sono stati un’ovvia conseguenza, la passione per il cibo unisce e diventa esperienza condivisa. L’Associazione “La Signora dei Fornelli” è nata per diffondere sul nostro territorio la comune passione per la cucina, il buon cibo ed il buon vino, grazie anche alla collaborazione di Niccolò, il nostro sommelier AIS.