Cosa bolle in pentola?

Il filetto di maiale, tenero e succulento quando è non è troppo cotto, appena rosato, è ancora migliore se bardato con lardo o pancetta, in modo da non asciugarsi troppo! La cottura deve essere veloce, a fuoco alto,  meglio in una padella che li contenga tutti senza sovrapporsi e senza lasciare troppo spazio vuoto. Ecco come preparare un ottimo secondo, facile e gustoso, da portare in tavola con un purè di patate o con qualsiasi altro contorno vi piaccia, cotto o crudo.

Ingredienti per 4 persone: un filetto di maiale da 600 g circa, 8 fettine di lardo oppure di bacon, 4 o 5 rametti di timo fresco, 1 cucchiaio di senape di Digione, 1 cucchiaio di miele millefiori, 2 cucchiai di olio extravergine di oliva, sale e pepe in grani.

Parare e tagliare il filetto a fette, di almeno un cm e mezzo di spessore. Avvolgerle con una fetta sottile di bacon, pancetta o lardo e sigillarla con lo spago. Mescolare la senape che preferite con un cucchiaio di miele e altrettanto olio extravergine e cospargervi i filettini. Preriscaldare il forno a 200°.

Scaldare l’altro olio in una padella con le foglioline del timo e scottare i filetti da un lato, per 4 minuti. Ripetere dall’altro lato, salare e pepare, poi disporre in una teglia unta con tutto il fondo di cottura e infornare per 7-8 minuti. Disporre nei piatti con il contorno prescelto e nappare con il fondo di cottura.

Enjoy!!

Filettini di maiale al timo bardati con lardo

Filettini di maiale al timo bardati con lardo

Cubetti di polenta fritta con crema di formaggi: uno spuntino delizioso per la festa del papà
Filetti di orata con peperoni e pomodorini
Doriana Tucci

A proposito di Doriana Tucci

All’inizio di questa avventura, una cara amica ha avuto fiducia nelle mie capacità culinarie… Così ho gestito la pausa pranzo in un mercatino di beneficenza con grandi soddisfazioni! Poi è arrivato un corso professionale, una qualifica seria e un passaparola fra amici e conoscenti per il mio servizio di chef @ home. Il sito, nato grazie alla creatività di Michele, riceve ormai moltissime visite da internauti affezionati italiani e stranieri. Alcune amiche, appassionate di cibo e curiose del suo mondo, hanno cominciato a frequentare con me eventi e manifestazioni e la loro collaborazione si è rivelata preziosa. Daniela, giornalista freelance esperta di cucina, si è incaricata di scrivere le recensioni dei libri di argomento culinario che solleticavano la nostra curiosità. I corsi sono stati un’ovvia conseguenza, la passione per il cibo unisce e diventa esperienza condivisa. L’Associazione “La Signora dei Fornelli” è nata per diffondere sul nostro territorio la comune passione per la cucina, il buon cibo ed il buon vino, grazie anche alla collaborazione di Niccolò, il nostro sommelier AIS.