Cosa bolle in pentola?

Vogliamo parlare del panettone, anzi dello sbriciolato di panettone di Dario Loison che fra amiche foodblogger viene “spacciato” in massima segretezza?? Ovviamente esagero, ma si tratta di un prodotto poliedrico, che viene utilizzato anche in piatti salati con grande soddisfazione. Allora, invece di utilizzare pandispagna o biscotti nella classica zuppa inglese per la nostra proposta con il Vov, lo sbriciolato di panettone al mandarino tardivo di Ciaculli ha dato un sapore ed un profumo ancora più decisi a questo dolce un po’ agé!

Zuppa inglese al Vov con sbriciolato di panettone Loison

Zuppa inglese al Vov con sbriciolato di panettone Loison

Ma la ricetta è dedicata al Vov, e non dimentichiamo che Vov organizza un concorso per ricette a base di Vov e che i premi sono fantastici…partecipate tutti!!

Ingredienti per persona: crema pasticcera profumata al Vov, sbriciolato di panettone al mandarino tardivo di Ciaculli di Loison, ½ bicchierino di Vov, panna montata.

Abbiamo preparato la crema pasticcera in modo tradizionale, battendo bene 3 tuorli d’uovo, 75 g di zucchero, vaniglia in polvere e 25 g di maizena, aggiungendo poi 250 ml di latte bollente ed alla fine un bicchierino di Vov. Sul fondo di ciascun bicchiere mettere 5 o 6 cucchiai di sbriciolato di panettone e bagnarli con un paio di cucchiai di Vov, lasciar assorbire, poi coprire con la crema pasticcera aromatizzata al Vov. Pareggiare e lasciar riposare qualche minuto. Nel frattempo montare la panna fresca finché sia bella solida e versarla con un cucchiaio o un sac à poche sopra la crema pasticcera. Guarnire spolverando altro sbriciolato di panettone sulla panna con un passino a maglia fine…e ci beviamo su un bel bicchierino di Vov!

Enjoy!!

Zuppa inglese al Vov con sbriciolato di panettone Loison

Zuppa inglese al Vov con sbriciolato di panettone Loison

A CasaAltoAdige, alla scoperta di Formaggi & Malghe
Ingredienti polacchi all’italiana – Antipasto o Minestra
Doriana Tucci

A proposito di Doriana Tucci

All’inizio di questa avventura, una cara amica ha avuto fiducia nelle mie capacità culinarie… Così ho gestito la pausa pranzo in un mercatino di beneficenza con grandi soddisfazioni! Poi è arrivato un corso professionale, una qualifica seria e un passaparola fra amici e conoscenti per il mio servizio di chef @ home. Il sito, nato grazie alla creatività di Michele, riceve ormai moltissime visite da internauti affezionati italiani e stranieri. Alcune amiche, appassionate di cibo e curiose del suo mondo, hanno cominciato a frequentare con me eventi e manifestazioni e la loro collaborazione si è rivelata preziosa. Daniela, giornalista freelance esperta di cucina, si è incaricata di scrivere le recensioni dei libri di argomento culinario che solleticavano la nostra curiosità. I corsi sono stati un’ovvia conseguenza, la passione per il cibo unisce e diventa esperienza condivisa. L’Associazione “La Signora dei Fornelli” è nata per diffondere sul nostro territorio la comune passione per la cucina, il buon cibo ed il buon vino, grazie anche alla collaborazione di Niccolò, il nostro sommelier AIS.