Cosa bolle in pentola?

Unire le mie ultime due passioni, i testaroli di Pontremoli ed il miele prodotto da una piccola azienda piemontese mi ha dato particolare gioia: innanzitutto perché entrambe le aziende sono gestite da giovani, puri ed entusiasti, poi perché i testaroli raramente si vedono in piatti dolci e questo connubio è davvero buono!

Del Tourday a Pontremoli ho già parlato, come pure della visita alla Dada miele, ma forse non ho accennato alla visita all’abbazia di Vezzolano, nel comune di Albugnano (Asti) e al suo giardino con un meleto di mele rare: piccole e non particolarmente belle, sono state un regalo prezioso, bell’abbinamento con il miele al rododendro!

Ingredienti per 4 persone: 250 g di testaroli già tagliati, 80 g di burro di centrifuga, 30 g di miele di rododendro, 2 mele piccole, i gherigli di una quindicina di noci, petali di fiordaliso per decorare.

Sbucciare e tagliare le mele a pezzetti piccolissimi, rosolarle nel burro con il miele in una padella antiaderente, poi unire i gherigli di noci spezzettati: il condimento è pronto!

Scaldare l’acqua leggermente salata fino al bollore, versarvi i testaroli ed estrarli con la schiumarola dopo un minuto. Versarli nella padella con il condimento, mescolare con delicatezza per evitare che si rompano, poi servire ancora caldi nei piatti individuali, distribuendo il condimento fra i commensali. Guarnire con qualche petalo di fiordaliso secco.

Enjoy!!

Testaroli al miele di rododendro con mele e noci

Testaroli al miele di rododendro con mele e noci

Polpette di tacchino e broccoli
Strudel di mele con pasta matta
Doriana Tucci

A proposito di Doriana Tucci

All’inizio di questa avventura, una cara amica ha avuto fiducia nelle mie capacità culinarie… Così ho gestito la pausa pranzo in un mercatino di beneficenza con grandi soddisfazioni! Poi è arrivato un corso professionale, una qualifica seria e un passaparola fra amici e conoscenti per il mio servizio di chef @ home. Il sito, nato grazie alla creatività di Michele, riceve ormai moltissime visite da internauti affezionati italiani e stranieri. Alcune amiche, appassionate di cibo e curiose del suo mondo, hanno cominciato a frequentare con me eventi e manifestazioni e la loro collaborazione si è rivelata preziosa. Daniela, giornalista freelance esperta di cucina, si è incaricata di scrivere le recensioni dei libri di argomento culinario che solleticavano la nostra curiosità. I corsi sono stati un’ovvia conseguenza, la passione per il cibo unisce e diventa esperienza condivisa. L’Associazione “La Signora dei Fornelli” è nata per diffondere sul nostro territorio la comune passione per la cucina, il buon cibo ed il buon vino, grazie anche alla collaborazione di Niccolò, il nostro sommelier AIS.