Cosa bolle in pentola?

Ingredienti: un rotolo di pasta sfoglia rettangolare, 400 g di prugne nere piccole, 3 cucchiai di granella di mandorle, 2 cucchiai di zucchero di canna integrale, 120 g di biscotti secchi, latte.

Lavare, denocciolare le prugne dividendole in quarti. Sbriciolare i biscotti e unirli in una ciotola alle prugne, alla granella di mandorle e allo zucchero. Stendere la sfoglia ed allargarla delicatamente con un matterello eventualmente aiutandosi con poca farina. Disporre il composto su uno dei lati lunghi del rettangolo di sfoglia, arrotolare delicatamente, aiutandosi con la carta da forno, spennellare col latte la parte interna della sfoglia per farla aderire e sigillare il rotolo. Spennellare ancora la superficie con latte o con un tuorlo d’uovo per far diventare la pasta più lucida. Cuocere in forno statico a 190° per 40 minuti e servire tiepido o a temperatura ambiente, spolverandolo con zucchero a velo.

 

Plum and almond strudel

 

Ingredients: a roll of rectangular puff pastry, 400 g black small plums, 3 spoonfuls of crushed almonds, 2 spoonfuls of whole black sugar, 120 g biscuit, milk, one egg yolk.

Wash and stone the plums, dividing them into four parts. Crumble the biscuits and mix them in a bowl with plums, almonds and sugar. Lay the pastry on a greaseproof paper sheet and widen it a little bit by means of a rolling pin, with a pinch of flour. Place the plum mix on one of the longer ends and start rolling it up. Sprinkle a couple of spoonfuls of milk on the internal surface to seal the roll and spread an egg yolk on the outside. Preheat the oven at 190° centigrade and cook the strudel for 20-25 minutes or until lightly browned. Serve it lukewarm or at room temperature, sprinkled with icing sugar.

Forchetta da dolce Broggi.

Orecchiette alle vongole veraci con baby zucchine allo zafferano
Strudel di pesche nettarine e amaretti
Doriana Tucci

A proposito di Doriana Tucci

All’inizio di questa avventura, una cara amica ha avuto fiducia nelle mie capacità culinarie… Così ho gestito la pausa pranzo in un mercatino di beneficenza con grandi soddisfazioni! Poi è arrivato un corso professionale, una qualifica seria e un passaparola fra amici e conoscenti per il mio servizio di chef @ home. Il sito, nato grazie alla creatività di Michele, riceve ormai moltissime visite da internauti affezionati italiani e stranieri. Alcune amiche, appassionate di cibo e curiose del suo mondo, hanno cominciato a frequentare con me eventi e manifestazioni e la loro collaborazione si è rivelata preziosa. Daniela, giornalista freelance esperta di cucina, si è incaricata di scrivere le recensioni dei libri di argomento culinario che solleticavano la nostra curiosità. I corsi sono stati un’ovvia conseguenza, la passione per il cibo unisce e diventa esperienza condivisa. L’Associazione “La Signora dei Fornelli” è nata per diffondere sul nostro territorio la comune passione per la cucina, il buon cibo ed il buon vino, grazie anche alla collaborazione di Niccolò, il nostro sommelier AIS.