Cosa bolle in pentola?

Il polpo alla gallega arriva dalla Galizia, una delle zone più pescose d’Europa, e in Galiziano si chiama anche polbo á feira perché viene tradizionalmente preparato durante i giorni della feira, giorni festivi in vari periodi dell’anno, quando tutta la città si ferma per la vacanza.

Ingredienti per 4 persone: 1 polpo di 1,5 kg, ½ kg di patate, 20 ml di olio extravergine di oliva, 2 cucchiaini di paprika dolce, 1 cucchiaino di peperoncino in polvere, fiocchi di sale.

Prima cucinare il polpo bisogna congelarlo per un paio di giorni per farlo diventare tenero. Mettere sul fuoco una pentola con acqua salata e una cipolla tagliata a metà e quando comincia a bollire si inserisce il polpo, inizialmente tirandolo fuori e rimettendolo in acqua per tre volte cosicché la pelle non si stacchi. Il tempo di cottura dipende dalle dimensioni del polpo, ad esempio, un polpo di 1 kg si cucina in 35-40 minuti, o comunque quando è facile inserire i rebbi di una forchetta nella parte che unisce i tentacoli al corpo. Una volta cotto, coprire la pentola e lasciar riposare una ventina di minuti. Nella stessa acqua poi cuocere le patate pelate e tagliate a fette e metterle da parte una volta cotte. Servire il polpo tagliato a dadi, disposto sullo strato di patate condito con un filo d’olio extravergine e cosparso di peperoncino dolce, peperoncino piccante e fiocchi di sale.

Polpo alla galiziana

Polpo alla galiziana

Coniglio alla cacciatora
Bocconcini di filetto di maiale alla senape
Doriana Tucci

A proposito di Doriana Tucci

All’inizio di questa avventura, una cara amica ha avuto fiducia nelle mie capacità culinarie… Così ho gestito la pausa pranzo in un mercatino di beneficenza con grandi soddisfazioni! Poi è arrivato un corso professionale, una qualifica seria e un passaparola fra amici e conoscenti per il mio servizio di chef @ home. Il sito, nato grazie alla creatività di Michele, riceve ormai moltissime visite da internauti affezionati italiani e stranieri. Alcune amiche, appassionate di cibo e curiose del suo mondo, hanno cominciato a frequentare con me eventi e manifestazioni e la loro collaborazione si è rivelata preziosa. Daniela, giornalista freelance esperta di cucina, si è incaricata di scrivere le recensioni dei libri di argomento culinario che solleticavano la nostra curiosità. I corsi sono stati un’ovvia conseguenza, la passione per il cibo unisce e diventa esperienza condivisa. L’Associazione “La Signora dei Fornelli” è nata per diffondere sul nostro territorio la comune passione per la cucina, il buon cibo ed il buon vino, grazie anche alla collaborazione di Niccolò, il nostro sommelier AIS.