Cosa bolle in pentola?

Recentemente siamo stati in Piemonte, in provincia di Asti, nell’agriturismo Cascina Madonna, dove si mangia in maniera meravigliosa e si allevano animali da cortile, mucche e capre. Non solo, vendono anche della carne a dir poco insuperabile. Peccato non aver saputo in anticipo che è consigliabile prenotare quanto si desidera acquistare, ma tra le carni ancora disponibili c’era un coniglio bello grosso che mi ha tentata subito, ed ecco come l’ho preparato.

Ingredienti per 8 persone: 1,500 g di coniglio a pezzi, 1 cipolla, 1 scalogno, 1 spicchio d’aglio in camicia, 2 rametti di rosmarino, qualche foglia di salvia, 6 rametti di timo, 50 g di lardo o della parte grassa di speck oppure pancetta arrotolata, ½ bicchiere di aceto di mele, 1 bicchiere di brodo vegetale, olio extravergine di oliva, sale, peperoncino.

Mondare e tritare scalogno, cipolla e le erbe aromatiche con il lardo, nel frattempo scaldare l’olio in un tegame largo ed aggiungervi il trito, lo spicchio d’aglio in camicia schiacciato ed il peperoncino sbriciolato. Disporre i pezzi di coniglio nel tegame e lasciarli rosolare a fuoco vivo, rigirandoli più volte per 10 minuti circa. Abbassare la fiamma e versarvi l’aceto di mele, salare e far sfumare. Lasciar cuocere coperto per un’ora circa rigirando di tanto in tanto ed aggiungendo, se necessario, poco brodo vegetale alla volta. A fine cottura, continuare la cottura senza coperchio per altri 4-5 minuti, mescolando frequentemente. Servire caldo accompagnato da patate arrostite o da una buona polenta.

Ps: vi lascio solo immaginare la bontà!

Coniglio alla cacciatora

Coniglio alla cacciatora

Spalla di maiale con crema di zucca affumicata per il film Chef
Pulpo a la Gallega
Doriana Tucci

A proposito di Doriana Tucci

All’inizio di questa avventura, una cara amica ha avuto fiducia nelle mie capacità culinarie… Così ho gestito la pausa pranzo in un mercatino di beneficenza con grandi soddisfazioni! Poi è arrivato un corso professionale, una qualifica seria e un passaparola fra amici e conoscenti per il mio servizio di chef @ home. Il sito, nato grazie alla creatività di Michele, riceve ormai moltissime visite da internauti affezionati italiani e stranieri. Alcune amiche, appassionate di cibo e curiose del suo mondo, hanno cominciato a frequentare con me eventi e manifestazioni e la loro collaborazione si è rivelata preziosa. Daniela, giornalista freelance esperta di cucina, si è incaricata di scrivere le recensioni dei libri di argomento culinario che solleticavano la nostra curiosità. I corsi sono stati un’ovvia conseguenza, la passione per il cibo unisce e diventa esperienza condivisa. L’Associazione “La Signora dei Fornelli” è nata per diffondere sul nostro territorio la comune passione per la cucina, il buon cibo ed il buon vino, grazie anche alla collaborazione di Niccolò, il nostro sommelier AIS.