Cosa bolle in pentola?

I tortellini pasticciati sono un classico per le feste, ma è la prima volta che vi aggiungo il pollo al posto del prosciutto cotto…

Naturalmente i tortellini da preferire sono quelli fatti in casa, ma nella fretta ci sono ottime alternative, come quella che propongo nella ricetta!

E l’idea arriva dai chowder americani, il più famoso dei quali è il New England clam chowder, la zuppa di vongole, ma che esistono in tutte le varianti!

Ingredienti per 4-5 persone: 300 g di tortellini con ricotta e spinaci, un petto di pollo, 1 carota, 2 cipollotti, 1 gambo di sedano, vino bianco secco, 50 g di Parmigiano Reggiano 24 mesi grattugiato, Provolone Valpadana DOP stagionato, olio extravergine di oliva, noce moscata, sale, pepe, 35 g di farina 00, 35 g di burro, latte,

Tagliare le verdure a brunoise e rosolarle in 2 cucchiai di olio extravergine in una casseruola, eventualmente aggiungendo un paio di cucchiai d’acqua per facilitare la cottura. Tagliare anche il pollo a bocconcini piccoli e, una volta cotte le verdure, versarli nella casseruola ed alzare la fiamma per sigillarli. Sfumare con 1 dito di vino bianco e poi salare, versare ½ l di acqua, coprire e cuocere per almeno mezzora. Preparare una besciamella leggera utilizzando il brodo ottenuto e latte sufficiente per arrivare a mezzo litro di liquidi. Condire con sale e pepe. Grattugiare grossolanamente il Provolone Valpadana DOP e tenere da parte. Lessare al dente i tortellini e condirli con la besciamella addizionata con pollo e verdure, unire il Provolone Valpadana DOP grattugiato e disporre in una teglia da forno. Livellare e spolverare con Parmigiano Reggiano, disporvi dei fiocchetti di burro e gratinare in forno ventilato preriscaldato per 15-20 minuti.

Enjoy!!

Tortellini pasticciati al pollo e verdure

Tortellini pasticciati al pollo e verdure

Bocconcini di vitello tonnato
Tortino di pasta biscuit al cocco con zabajone all’arancia
Doriana Tucci

A proposito di Doriana Tucci

All’inizio di questa avventura, una cara amica ha avuto fiducia nelle mie capacità culinarie… Così ho gestito la pausa pranzo in un mercatino di beneficenza con grandi soddisfazioni! Poi è arrivato un corso professionale, una qualifica seria e un passaparola fra amici e conoscenti per il mio servizio di chef @ home. Il sito, nato grazie alla creatività di Michele, riceve ormai moltissime visite da internauti affezionati italiani e stranieri. Alcune amiche, appassionate di cibo e curiose del suo mondo, hanno cominciato a frequentare con me eventi e manifestazioni e la loro collaborazione si è rivelata preziosa. Daniela, giornalista freelance esperta di cucina, si è incaricata di scrivere le recensioni dei libri di argomento culinario che solleticavano la nostra curiosità. I corsi sono stati un’ovvia conseguenza, la passione per il cibo unisce e diventa esperienza condivisa. L’Associazione “La Signora dei Fornelli” è nata per diffondere sul nostro territorio la comune passione per la cucina, il buon cibo ed il buon vino, grazie anche alla collaborazione di Niccolò, il nostro sommelier AIS.