Cosa bolle in pentola?

Per questa “ricetta” devo ringraziare Massimo Grazioli, panificatore Slow Food a Legnano, che, durante una sessione dell’evento Cibo e Vita realizzato presso l’Officina Rancilio di Parabiago (MI), mi ha svelato questo suo segreto.

I soli ingredienti necessari sono olio di riso, cioè l’olio più insapore a nostra disposizione, e baccelli di vaniglia, svuotati dalle bacche. La logica è immediata: i baccelli svuotati mantengono un persistente profumo di vaniglia, pertanto, perché gettarli? Messi per almeno un paio di mesi in una bottiglietta sigillata con l’olio di riso, cedono il loro profumo e l’olio può essere utilizzato al posto della famigerata essenza sintetica di vaniglia, senza rilasciare l’amaro caratteristico. Basta avere l’accortezza di sostituire una parte del burro richiesto per una qualsiasi torta con quest’olio profumato, et voilà! Ogni tanto aggiungere altro olio e baccelli svuotati, durerà per tantissimo tempo.

Tovagliolo Creativitavola. Cucchiaio Broggi della linea Gualtiero Marchesi.

Blueberry cake di Jamie Oliver, thanks Valeria!
Fettucce con peperoni, gamberi e curry
Doriana Tucci

A proposito di Doriana Tucci

All’inizio di questa avventura, una cara amica ha avuto fiducia nelle mie capacità culinarie… Così ho gestito la pausa pranzo in un mercatino di beneficenza con grandi soddisfazioni! Poi è arrivato un corso professionale, una qualifica seria e un passaparola fra amici e conoscenti per il mio servizio di chef @ home. Il sito, nato grazie alla creatività di Michele, riceve ormai moltissime visite da internauti affezionati italiani e stranieri. Alcune amiche, appassionate di cibo e curiose del suo mondo, hanno cominciato a frequentare con me eventi e manifestazioni e la loro collaborazione si è rivelata preziosa. Daniela, giornalista freelance esperta di cucina, si è incaricata di scrivere le recensioni dei libri di argomento culinario che solleticavano la nostra curiosità. I corsi sono stati un’ovvia conseguenza, la passione per il cibo unisce e diventa esperienza condivisa. L’Associazione “La Signora dei Fornelli” è nata per diffondere sul nostro territorio la comune passione per la cucina, il buon cibo ed il buon vino, grazie anche alla collaborazione di Niccolò, il nostro sommelier AIS.