Cosa bolle in pentola?

Gli amici, questi tentatori…appena arrivati a Porto Cesare, in Salento, per la nostra vacanza, ed ecco che l’amica Ilaria pubblica sulla pagina della sua enoteca Sapori d’Arneo che è in arrivo una nuova pasta del Pastificio Del Duca addirittura al tartufo, bianco o nero! Lei l’ha provata in purezza, ma, vista la nostra passione per il pesce, facciamo un salto dal pescatore di fiducia per concretizzare la nostra idea…

Ingredienti per 3 persone: 250 g di Fettuccine al tartufo bianco Del Duca, 80 g di burro (eventualmente salato), 12 gamberi viola di Gallipoli, 2 cucchiai scarsi di pinoli, 8-10 pomodorini, pepe bianco, olio extravergine d’oliva.
Sgusciare i gamberi tenendo da parte teste e carapaci per poi farne un fumetto per altri usi. Tagliare a metà i pomodorini, meglio usare i datterini neri del Salento, molto dolci e succosi, per ottenere l’acqua di pomodoro per la marinata. Togliere i semi col loro liquido, versandolo in una ciotola, poi colarlo con un colino e marinarvi i gamberi, aggiungendo una generosa macinata di pepe e un cucchiaio d’olio extravergine. Mescolare e coprire con la pellicola. Tenere in frigo per un paio d’ore poi scolarli dalla marinata.
Tostare i pinoli, aggiungervi il burro e farlo sciogliere. Cuocere le tagliatelle in acqua salata (poco se è stato utilizzato il burro salato) e mantecarle a fuoco spento con burro e pinoli, poi aggiungere 3/4 dei gamberi tritati a coltello e conditi con sale, pepe ed olio extravergine. Disporre nei piatti e guarnire con il resto dei gamberi.
Enjoy!!

Crema di carote e peperoncino (con polpette di manzo e vitello)
Lasagna di mare con pane carasau
Doriana Tucci

A proposito di Doriana Tucci

All’inizio di questa avventura, una cara amica ha avuto fiducia nelle mie capacità culinarie… Così ho gestito la pausa pranzo in un mercatino di beneficenza con grandi soddisfazioni! Poi è arrivato un corso professionale, una qualifica seria e un passaparola fra amici e conoscenti per il mio servizio di chef @ home. Il sito, nato grazie alla creatività di Michele, riceve ormai moltissime visite da internauti affezionati italiani e stranieri. Alcune amiche, appassionate di cibo e curiose del suo mondo, hanno cominciato a frequentare con me eventi e manifestazioni e la loro collaborazione si è rivelata preziosa. Daniela, giornalista freelance esperta di cucina, si è incaricata di scrivere le recensioni dei libri di argomento culinario che solleticavano la nostra curiosità. I corsi sono stati un’ovvia conseguenza, la passione per il cibo unisce e diventa esperienza condivisa. L’Associazione “La Signora dei Fornelli” è nata per diffondere sul nostro territorio la comune passione per la cucina, il buon cibo ed il buon vino, grazie anche alla collaborazione di Niccolò, il nostro sommelier AIS.