Cosa bolle in pentola?

Una gran fonte di ispirazione lo Speciale Antipasti dell’Esselunga, che contiene ricette tradizionali rivisitate e idee creative molto interessanti. Qualche sera fa abbiamo organizzato una cena per degli amici e per l’antipasto volevo qualcosa di originale oltre all’orata mantecata, così ho trovato un’idea interessante che naturalmente ho adattato al tema principale, il pesce! Così una panna cotta con prugna avvolta nel bacon, molto anni ’80, è diventata una panna cotta guarnita con granella di pistacchi e un cubo di cuore di salmone affumicato, un

risultato davvero delizioso!

Ingredienti per 6 persone: 300 ml di panna fresca, 50 g di Parmigiano Reggiano grattugiato, 2 cucchiai di miele di acacia Riserva San Massimo, 50 g di filetto di salmone affumicato, 4 cucchiaini di granella di pistacchi, 2 fogli di gelatina, sale, pepe di Sichuan.

Mettere a bagno la gelatina in acqua fredda e lasciarvela qualche minuto. Nel frattempo scaldare la panna fino al limite nell’ebollizione, poi unirvi la gelatina scolata e strizzata mescolando bene per farla sciogliere. Unire il miele ed il Parmigiano grattugiato, condire con sale e pepe.

Suddividere il composto in 6 coppette, coprirle con la pellicola e disporre nel frigo a raffreddare. Dopo circa un paio d’ore, una volta solidificato e prima del servizio, tagliare il cuor di salmone in cubi regolari. Guarnire ciascuna coppetta con la granella di pistacchi, un giro di pepe di Sichuan e disporre al centro il cubo di salmone affumicato.

Enjoy!!

Cubotto di salmone affumicato su panna cotta al miele e Parmigiano Reggiano

Cubotto di salmone affumicato su panna cotta al miele e Parmigiano Reggiano

 

 

Ristorante Imperiale - Asian Food a Milano
Strozzapreti con cime di rapa in due consistenze e scorzette di limone candito e una stampante speciale!
Doriana Tucci

A proposito di Doriana Tucci

All’inizio di questa avventura, una cara amica ha avuto fiducia nelle mie capacità culinarie… Così ho gestito la pausa pranzo in un mercatino di beneficenza con grandi soddisfazioni! Poi è arrivato un corso professionale, una qualifica seria e un passaparola fra amici e conoscenti per il mio servizio di chef @ home. Il sito, nato grazie alla creatività di Michele, riceve ormai moltissime visite da internauti affezionati italiani e stranieri. Alcune amiche, appassionate di cibo e curiose del suo mondo, hanno cominciato a frequentare con me eventi e manifestazioni e la loro collaborazione si è rivelata preziosa. Daniela, giornalista freelance esperta di cucina, si è incaricata di scrivere le recensioni dei libri di argomento culinario che solleticavano la nostra curiosità. I corsi sono stati un’ovvia conseguenza, la passione per il cibo unisce e diventa esperienza condivisa. L’Associazione “La Signora dei Fornelli” è nata per diffondere sul nostro territorio la comune passione per la cucina, il buon cibo ed il buon vino, grazie anche alla collaborazione di Niccolò, il nostro sommelier AIS.