Cosa bolle in pentola?

Della serie non si butta via nulla! Il corso che ho tenuto sabato prevedeva, fra gli altri piatti, un risotto alla monzese, ma essendo una dei corsisti vegetariana, non era proponibile, allora che fare con gli stimmi di zafferano già messi a bagno? Certo non si possono tenere per troppo tempo, allora ne ho fatto una frolla per la crostata da servire la domenica. Il risultato ottimo e la deliziosa confettura di accompagnamento una garanzia!

Ecco le dosi:

Ingredienti per una tortiera da 24 cm (8 persone): 300 g di farina 00, 150 g di zucchero semolato, 150 g di burro biologico freddo tagliato a pezzetti, ¼ di g di pistilli di zafferano, 3 tuorli d’uovo; un barattolo di Fiordifrutta di fragole e fragoline di bosco.

Impastare velocemente gli ingredienti senza scaldarli tra le mani (meglio usare la punta delle dita!), inserendo anche la tazzina da caffè con l’acqua e lo zafferano messo ad ammollare due ore prima. Una volta compattata la frolla in una palla, avvolgerla con la pellicola e tenerla almeno mezz’ora in frigorifero.

Stendere la pasta ad uno spessore di 2 mm e mezzo, tenendone da parte circa un terzo e forare la base con l’apposito strumento o coi rebbi di una forchetta. Cospargere con la confettura di fragole e ricoprire con il resto dell’impasto, creando un intreccio con dei rombi. Ripiegare i bordi verso l’interno aiutandosi con un cucchiaino, poi cuocere in forno statico preriscaldato a 170° per 35-40 minuti. Estrarre dal forno ed affettare solo una volta raffreddato.

Enjoy!!

Crostata con frolla allo zafferano con confettura di fragole e fragoline di bosco Fiordifrutta

Crostata con frolla allo zafferano con confettura di fragole e fragoline di bosco Fiordifrutta

Sformatini di rana pescatrice con peperoni e patate
Panna cotta alla vaniglia con gelatina al caffè e crumble di frolla allo zucchero integrale
Doriana Tucci

A proposito di Doriana Tucci

All’inizio di questa avventura, una cara amica ha avuto fiducia nelle mie capacità culinarie… Così ho gestito la pausa pranzo in un mercatino di beneficenza con grandi soddisfazioni! Poi è arrivato un corso professionale, una qualifica seria e un passaparola fra amici e conoscenti per il mio servizio di chef @ home. Il sito, nato grazie alla creatività di Michele, riceve ormai moltissime visite da internauti affezionati italiani e stranieri. Alcune amiche, appassionate di cibo e curiose del suo mondo, hanno cominciato a frequentare con me eventi e manifestazioni e la loro collaborazione si è rivelata preziosa. Daniela, giornalista freelance esperta di cucina, si è incaricata di scrivere le recensioni dei libri di argomento culinario che solleticavano la nostra curiosità. I corsi sono stati un’ovvia conseguenza, la passione per il cibo unisce e diventa esperienza condivisa. L’Associazione “La Signora dei Fornelli” è nata per diffondere sul nostro territorio la comune passione per la cucina, il buon cibo ed il buon vino, grazie anche alla collaborazione di Niccolò, il nostro sommelier AIS.