Cosa bolle in pentola?

Non avevo mai preparato i carciofi gratinati perché… mia nonna non li aveva mai fatti! Poi ho letto un paio di ricette e fatto alcune prove e mi sono convertita, sono deliziosi!

Per questa gustosissima ricetta è meglio scegliere i carciofi romaneschi, le famose mammole. Eliminare le foglie esterne, più dure e tornire i carciofi con cura. Tagliare il gambo eliminando tutti i filamenti e togliere l’eventuale fieno. Tuffare i carciofi in acqua frizzante o acidulata con il succo di limone o con gambi di prezzemolo per evitare che anneriscano. Ma veniamo alla ricetta…

Ingredienti per 4 persone: 6 carciofi romaneschi, 80 g di pecorino Fiore Sardo DOP, 50 g di pangrattato, qualche rametto di prezzemolo, olio extravergine affumicato, pepe bianco in grani.

Ecco come li abbiamo preparati: dopo averli mondati, tagliarli a metà e lessarli in acqua bollente salata per 8 minuti. Scolare e lasciar sgocciolare qualche minuto. Mescolare in una ciotola il pangrattato, il Fiore Sardo Dop, un ciuffo di prezzemolo tritato e una generosa macinata di pepe bianco. Disporre i carciofi in una teglia, su un foglio di carta forno e cospargerli con il mix di pangrattato, se gradito aggiungere uno spicchio di aglio tagliato a pezzetti.

Dopo 18 minuti di forno ventilato a gratinare, togliere la teglia dal forno e servire quasi subito, per non ustionarsi!!

Enjoy!!

Carciofi gratinati al forno

Carciofi gratinati al forno

La farinata
Fettuccine al nero di seppia con seppie al nero
Doriana Tucci

A proposito di Doriana Tucci

All’inizio di questa avventura, una cara amica ha avuto fiducia nelle mie capacità culinarie… Così ho gestito la pausa pranzo in un mercatino di beneficenza con grandi soddisfazioni! Poi è arrivato un corso professionale, una qualifica seria e un passaparola fra amici e conoscenti per il mio servizio di chef @ home. Il sito, nato grazie alla creatività di Michele, riceve ormai moltissime visite da internauti affezionati italiani e stranieri. Alcune amiche, appassionate di cibo e curiose del suo mondo, hanno cominciato a frequentare con me eventi e manifestazioni e la loro collaborazione si è rivelata preziosa. Daniela, giornalista freelance esperta di cucina, si è incaricata di scrivere le recensioni dei libri di argomento culinario che solleticavano la nostra curiosità. I corsi sono stati un’ovvia conseguenza, la passione per il cibo unisce e diventa esperienza condivisa. L’Associazione “La Signora dei Fornelli” è nata per diffondere sul nostro territorio la comune passione per la cucina, il buon cibo ed il buon vino, grazie anche alla collaborazione di Niccolò, il nostro sommelier AIS.