Cosa bolle in pentola?

A casa nostra arrivano spesso delle novità, tra figlio maggiore e marito che viaggiano molto per lavoro e mangiano fuori, ci sono idee nuove da provare quasi ogni settimana! Questa volta, in occasione di un viaggio in Emilia, Niccolò è tornato da Casalecchio di Reno con dei tortellini che aveva provato in un ristorante unico nel suo genere: Sfoglia Rina.

La signora Rina nel lontano ’63 ha aperto il suo negozio di pasta fresca e solo 30 anni dopo lo ha ampliato, facendolo diventare un ristorante dove vengono serviti solo primi a base di pasta fatta in casa e dessert, con grande successo.

Lo zabajone al Parmigiano è stato utilizzato come condimento per un piatto di tortellini arrivati direttamente da Sfogliarina!

Ingredienti per 4 persone: 500 g di tortellini fatti a mano, 2 tuorli, un bicchierino scarso di brandy e uno abbondante di vino bianco secco (60 ml in totale), 50 g di fondo d’arrosto, 2 o 3 cucchiai di acqua di cottura dei tortellini, 60 g di Parmigiano Reggiano 24 mesi DOP, pepe bianco in grani, sale.

Scaldare l’acqua per cuocere i tortellini e versare in una bastardella d’acciaio i tuorli, vino e brandy ed il fondo di arrosto filtrato. Mescolare poi mettere a scaldare sulla pentola, ma senza che tocchi l’acqua. Continuare a girare con una frusta, finché il composto diventa opaco ed omogeneo, ed inizia a rapprendersi, allora aggiungere il Parmigiano grattugiato a cucchiaiate lontano dal calore, e nel frattempo cuocere i tortellini. Unire un paio di cucchiai di acqua di cottura continuando a mescolare, condire con una grattugiata di pepe, poi assaggiare e regolare il sale. Lo zabajone deve risultare fluido per poter avvolgere i tortellini o l’eventuale tagliatella o pasta che si desidera utilizzare. Mescolare bene e portare in tavola immediatamente.

Enjoy!!

Tortellini con zabajone al Parmigiano Reggiano DOP

Tortellini con zabajone al Parmigiano Reggiano DOP

Bocconcini di salmone, tonno e rana pescatrice con asparagina
Una serata all’insegna dei prodotti affumicati Trünkel
Doriana Tucci

A proposito di Doriana Tucci

All’inizio di questa avventura, una cara amica ha avuto fiducia nelle mie capacità culinarie… Così ho gestito la pausa pranzo in un mercatino di beneficenza con grandi soddisfazioni! Poi è arrivato un corso professionale, una qualifica seria e un passaparola fra amici e conoscenti per il mio servizio di chef @ home. Il sito, nato grazie alla creatività di Michele, riceve ormai moltissime visite da internauti affezionati italiani e stranieri. Alcune amiche, appassionate di cibo e curiose del suo mondo, hanno cominciato a frequentare con me eventi e manifestazioni e la loro collaborazione si è rivelata preziosa. Daniela, giornalista freelance esperta di cucina, si è incaricata di scrivere le recensioni dei libri di argomento culinario che solleticavano la nostra curiosità. I corsi sono stati un’ovvia conseguenza, la passione per il cibo unisce e diventa esperienza condivisa. L’Associazione “La Signora dei Fornelli” è nata per diffondere sul nostro territorio la comune passione per la cucina, il buon cibo ed il buon vino, grazie anche alla collaborazione di Niccolò, il nostro sommelier AIS.