Cosa bolle in pentola?

Ingredienti: 4 uova, 600 g di patate a pasta gialla, 150 di grana padano o Parmigiano Reggiano, 50 cl latte, 50 cl di brodo vegetale, 50 g di burro, aceto di vino bianco, pepe bianco in grani.

Cuocere le patate per mezzora circa, passarle con lo schiacciapatate e mantecarle col burro ottenendo un composto omogeneo, salare e macinarvi il pepe. Cuocere le uova in camicia in acqua acidulata con aceto di vino bianco (proporzione 1 l. di acqua e 250 ml. di aceto) per 3 minuti (nell’acqua bollente leggermente salata va creato un vortice e l’uovo va aperto prima e versato di colpo, si lascia cuocere senza mescolare). A cottura estrarre con un ramaiolo e disporre su un piatto coperto di carta casa per fare asciugare. Per la salsa al Grana Padano, bollire latte e brodo fino a ridurli a metà, amalgamarvi il grana e passare al colino. Disporre la purea di patate sul piatto, sovrapponendovi l’uovo e coprire con la salsa al grana padano.

Posate Broggi della linea Gualtiero Marchesi.

La ricetta è stata da me eseguita e rielaborata partendo dalla ricetta originale dello chef Andrea Aprea.

Spaghettoni cacio, pepe nero e finferli
Tortino al cioccolato e pere caramellate
Doriana Tucci

A proposito di Doriana Tucci

All’inizio di questa avventura, una cara amica ha avuto fiducia nelle mie capacità culinarie… Così ho gestito la pausa pranzo in un mercatino di beneficenza con grandi soddisfazioni! Poi è arrivato un corso professionale, una qualifica seria e un passaparola fra amici e conoscenti per il mio servizio di chef @ home. Il sito, nato grazie alla creatività di Michele, riceve ormai moltissime visite da internauti affezionati italiani e stranieri. Alcune amiche, appassionate di cibo e curiose del suo mondo, hanno cominciato a frequentare con me eventi e manifestazioni e la loro collaborazione si è rivelata preziosa. Daniela, giornalista freelance esperta di cucina, si è incaricata di scrivere le recensioni dei libri di argomento culinario che solleticavano la nostra curiosità. I corsi sono stati un’ovvia conseguenza, la passione per il cibo unisce e diventa esperienza condivisa. L’Associazione “La Signora dei Fornelli” è nata per diffondere sul nostro territorio la comune passione per la cucina, il buon cibo ed il buon vino, grazie anche alla collaborazione di Niccolò, il nostro sommelier AIS.