Cosa bolle in pentola?

L’Hotel Milano Scala, primo hotel in città a “emissioni zero”, poiché tutta l’energia viene prodotta senza rilascio di CO2, il 16 gennaio nel suo lounge bar Primadonna ha offerto un accattivante ed originale aperitivo tutto dedicato al verde basilico della Liguria, ospite lo chef stellato Ivano Ricchebono.

Lo chef Ivano Ricchebono prepara i piatti di trenette al pesto

Lo chef Ivano Ricchebono prepara i piatti di trenette al pesto

FullSizeRender

 

In questo modo, sono proseguiti gli appuntamenti culinari dello scorso anno che avevano visto protagonisti Lombardia, Piemonte, Lago di Garda  e Valle d’Aosta.

I numerosissimi finger food, la tartare di pesce, i piccoli sformati, il cous cous al basilico preparato con la pasta Mancini, le trenette con il pesto al mortaio con patate e fagiolini e i deliziosi dolci tutti a base di basilico sono stati realizzati con materie prime freschissime provenienti dall’orto presente al settimo piano dell’hotel e da produttori selezionati ove possibile a km zero. Alla Terrazza panoramica all’ottavo piano si può inoltre trasformare un aperitivo in un’esperienza unica con vista a 360° sul centro storico della città.
Lo chef stellato Ivano Ricchebono del ristorante “The Cook”  di Arenzano (GE), supportato dal talentuoso resident chef dell’hotel Fabio Castiglioni ha saputo trasformare il basilico nel protagonista assoluto dell’happy hour “Green&Glocal”, abbinandolo all’eleganza e all’eccellenza della location.

Davvero un aperitivo creativo!!!!

I vini delle Cantine La Pietra del Focolare e Il Torchio hanno accompagnato i piatti contribuendo egregiamente  al risultato della serata.

Alcuni dei deliziosi finger proposti

Alcuni dei deliziosi finger proposti

Hotel Milano Scala – Via dell’Orso, 7, 20121 Milano
Telefono 02 870961

 

Asian Crossover con Marco Loy da Kitchen Stories
Frittata di patate e zucchine
Doriana Tucci

A proposito di Doriana Tucci

All’inizio di questa avventura, una cara amica ha avuto fiducia nelle mie capacità culinarie… Così ho gestito la pausa pranzo in un mercatino di beneficenza con grandi soddisfazioni! Poi è arrivato un corso professionale, una qualifica seria e un passaparola fra amici e conoscenti per il mio servizio di chef @ home. Il sito, nato grazie alla creatività di Michele, riceve ormai moltissime visite da internauti affezionati italiani e stranieri. Alcune amiche, appassionate di cibo e curiose del suo mondo, hanno cominciato a frequentare con me eventi e manifestazioni e la loro collaborazione si è rivelata preziosa. Daniela, giornalista freelance esperta di cucina, si è incaricata di scrivere le recensioni dei libri di argomento culinario che solleticavano la nostra curiosità. I corsi sono stati un’ovvia conseguenza, la passione per il cibo unisce e diventa esperienza condivisa. L’Associazione “La Signora dei Fornelli” è nata per diffondere sul nostro territorio la comune passione per la cucina, il buon cibo ed il buon vino, grazie anche alla collaborazione di Niccolò, il nostro sommelier AIS.