Cosa bolle in pentola?

La seconda edizione di Tutti a tavola!! ha avuto luogo fra il 22 ed il 24 novembre. Quest’iniziativa solidale è nata da una collaborazione fra il Comune di Milano ed Identità Golose per supportare Onlus che sostengono famiglie e bambini in difficoltà: l’idea è nata con lo scopo di proporre dei menù a prezzi bassi, sotto i 20€ per una famiglia di quattro persone, con ricette di grandi chef milanesi. Questa volta, grazie al network di Paolo Marchi, ideatore e creatore di Identità Golose, gli chef che hanno proposto le loro ricette sono andati di persona ciascuno uno dei mercati comunali partecipanti all’iniziativa. Così durante la prima giornata Cesare Battisti, chef del ristorante Ratanà, ha visitato il mercato Zara e Matias Perdomo, del Pont de Ferr è andato al mercato comunale di Ponte Lambro, elargendo consigli e suggerimenti per meglio eseguire le loro ricette e sulla scelta delle materie prime agli abituali frequentatori dei mercati comunali coperti e a cittadini interessati all’iniziativa. Lo stesso hanno fatto venerdì 23 i loro colleghi Eugenio Roncoroni e Beniamino Nespor, chef de Al Mercato presso il mercato di Porta Ticinese, Giovanni Traversone e Marco Tronconi della Trattoria del Nuovo Macello al mercato Morsenchio e Luigi Taglienti del Trussardi alla Scala presso il mercato di Piazza Prealpi. Sabato mattina al mercato Ca’ Granda era presente lo chef neostellato Andrea Aprea, del Ristorante Vun dell’Hotel Park Hyatt ed il pomeriggio Claudio Sadler era al mercato di piazza Wagner. I commercianti hanno risposto con allegria e disponibilità, spesso indossando le pettorine dell’iniziativa e a fine giornata con il danaro raccolto sono stati acquistati generi alimentari da distribuire alle associazioni di volontariato coinvolte.

All’interno dei mercati, i banchetti che distribuivano le ricette degli chef, a fronte di una donazione di 2 € oltre la spesa, oppure le borsettine nere del Comune di Milano con copie della rivista La Cucina Italiana a fronte di 5 € donati sulla spesa, erano presidiati da volontari delle varie associazioni e da incaricati di Identità Golose per coordinare l’intervento degli chef ed intervistarli. Naturalmente il pubblico ed alcuni blogger hanno immortalato i vari interventi, fotografando gli chef e pubblicando le foto in tempo reale su Twitter o Facebook.

Eccoci ora alla realizzazione delle ricette: io sono andata al mercato Ca’ Granda, dove ho avuto il piacere di incontrare Andrea Aprea, da poco insignito della prima stella Michelin, col quale ho avuto modo di parlare degli ingredienti scelti per le sue ricette e della loro realizzazione. Ecco il menù da lui proposto: Spaghettoni cacio, pepe nero e finferli, Uovo, patate e grana padano, Tortino al cioccolato e pere caramellate.

Considerando che le ricette erano state richieste agli chef per il mese di ottobre e per motivi organizzativi l’edizione era stata spostata di un mese, Aprea aveva inserito i finferli nel suo primo piatto, ma non erano disponibili. In alternativa ha suggerito l’utilizzo di chiodini. Io avevo dei finferli secchi de La Sartoria del Gusto e li ho utilizzati per questa preparazione. Tutte le altre modifiche sono state fatte di mia iniziativa ed il risultato è stato graditissimo da tutta la famiglia!

Le ricette da me elaborate sono presentate separatamente una ad una dopo questa introduzione:

Spaghettoni cacio, pepenero e finferli

Uovo, patate e Grana Padano

Tortino al cioccolato e pere caramellate

Biscotti con nocciole e cacao
Spaghettoni cacio, pepe nero e finferli
Doriana Tucci

A proposito di Doriana Tucci

All’inizio di questa avventura, una cara amica ha avuto fiducia nelle mie capacità culinarie… Così ho gestito la pausa pranzo in un mercatino di beneficenza con grandi soddisfazioni! Poi è arrivato un corso professionale, una qualifica seria e un passaparola fra amici e conoscenti per il mio servizio di chef @ home. Il sito, nato grazie alla creatività di Michele, riceve ormai moltissime visite da internauti affezionati italiani e stranieri. Alcune amiche, appassionate di cibo e curiose del suo mondo, hanno cominciato a frequentare con me eventi e manifestazioni e la loro collaborazione si è rivelata preziosa. Daniela, giornalista freelance esperta di cucina, si è incaricata di scrivere le recensioni dei libri di argomento culinario che solleticavano la nostra curiosità. I corsi sono stati un’ovvia conseguenza, la passione per il cibo unisce e diventa esperienza condivisa. L’Associazione “La Signora dei Fornelli” è nata per diffondere sul nostro territorio la comune passione per la cucina, il buon cibo ed il buon vino, grazie anche alla collaborazione di Niccolò, il nostro sommelier AIS.