Cosa bolle in pentola?

Il Bord Bia ha deciso di festeggiare San Patrizio, patrono della verde Irlanda, proponendo alcune ricette preparate con carni irlandesi, così, per l’occasione, la Macelleria Pellegrini di Milano, partner d’eccellenza del Bord Bia, ha preparato dei kit per replicare le ricette, personalizzandole. Uno dei piatti irlandesi più conosciuti, l’Irish stew, o stobhach in gaelico, viene solitamente preparato con carne di montone, ma questa versione con del pregiato manzo Hereford e della Irish stout, la famosa birra scura, è tutta da scoprire!

Ingredienti per 5 persone: 1 kg di polpa di manzo irlandese Hereford, 1 cipolla, 1 carota, un gambo di sedano, 1 spicchio d’aglio, 30 g di funghi secchi, 30 ml di olio di oliva, 40 g di burro, 20g di farina bianca 00, 150 ml di birra Guinness, 1 l scarso di brodo di carne, qualche rametto di timo, 3-4 pezzi di macis, una foglia d’alloro, sale e pepe nero in grani.

Tagliare a pezzi piccoli la carne e infarinarla leggermente. In una casseruola pesante smaltata in ceramica far rosolare olio e burro e aggiungere la carne. Farla rosolare e bagnarla con la birra. Aggiungete verdure, erbe aromatiche e spezie. Coprire con il brodo e cuocere lentamente per circa 2 ore, mescolando di tanto in tanto.  A cottura ultimata estrarre la carne e tenere da parte, eliminare le spezie e passare al setaccio le verdure. Far restringere il sugo se necessario per qualche minuto. Nel caso sia troppo liquido basta usare pizzico di maizena. Regolare sale e pepe.

Disponete la carne in una pirofila ben calda, coprirla con il suo intingolo e servire caldissima con polenta o patate.

Ed ora enjoy and… Happy St. Patrick’s Day!!!

 

Seppie gratinate ripiene di miglio e verdure
Filetto di scorfano ai carciofi in due consistenze
Doriana Tucci

A proposito di Doriana Tucci

All’inizio di questa avventura, una cara amica ha avuto fiducia nelle mie capacità culinarie… Così ho gestito la pausa pranzo in un mercatino di beneficenza con grandi soddisfazioni! Poi è arrivato un corso professionale, una qualifica seria e un passaparola fra amici e conoscenti per il mio servizio di chef @ home. Il sito, nato grazie alla creatività di Michele, riceve ormai moltissime visite da internauti affezionati italiani e stranieri. Alcune amiche, appassionate di cibo e curiose del suo mondo, hanno cominciato a frequentare con me eventi e manifestazioni e la loro collaborazione si è rivelata preziosa. Daniela, giornalista freelance esperta di cucina, si è incaricata di scrivere le recensioni dei libri di argomento culinario che solleticavano la nostra curiosità. I corsi sono stati un’ovvia conseguenza, la passione per il cibo unisce e diventa esperienza condivisa. L’Associazione “La Signora dei Fornelli” è nata per diffondere sul nostro territorio la comune passione per la cucina, il buon cibo ed il buon vino, grazie anche alla collaborazione di Niccolò, il nostro sommelier AIS.