Cosa bolle in pentola?

Ingredienti per 4 persone: 800 g di polpa mista di vitellone, 1 costa di sedano, 1 carota media o due piccole, un cipollotto, mezzo porro, 30 g di speck (parte grassa), il succo di un’arancia gialla, vino bianco secco, sale aromatizzato con zenzero e zeste d’arancia (preparato dallo chef Enrico Fiorentini del Ristorante Canneto dello Sheraton Hotel della Malpensa), qualche rametto di santoreggia e di timo citrus (timo limone), farina 00, pepe bianco macinato al momento.

Tagliare a bocconcini la polpa di vitellone, eliminando la maggior parte di pelle e del grasso. Mondare, lavare e tagliare a pezzi porro, cipollotto, sedano e carota e tritarli nel tritatutto insieme allo speck. Rosolare questo soffritto nell’innovativa casseruola della collezione Auriga con olio extravergine di oliva per qualche minuto, poi aggiungere la carne infarinata ed alzare la fiamma per farla sigillare, mescolando. Una volta completamente rosolata, salare con il sale aromatizzato e bagnare con due dita di vino bianco secco facendolo evaporare. A questo punto, spremere l’arancia e bagnare lo spezzatino con il succo, poco alla volta, facendolo asciugare a fuoco basso. Unire le foglioline delle erbe aromatiche, e lasciar cuocere per circa ¾ d’ora, mescolando ogni tanto. Servire caldo.

Posate Broggi della linea Gualtiero Marchesi..

Pentola Berghoff della linea Auriga.

Orecchiette con cime di rapa
Eliche con burrata e pomodorini confit
Doriana Tucci

A proposito di Doriana Tucci

All’inizio di questa avventura, una cara amica ha avuto fiducia nelle mie capacità culinarie… Così ho gestito la pausa pranzo in un mercatino di beneficenza con grandi soddisfazioni! Poi è arrivato un corso professionale, una qualifica seria e un passaparola fra amici e conoscenti per il mio servizio di chef @ home. Il sito, nato grazie alla creatività di Michele, riceve ormai moltissime visite da internauti affezionati italiani e stranieri. Alcune amiche, appassionate di cibo e curiose del suo mondo, hanno cominciato a frequentare con me eventi e manifestazioni e la loro collaborazione si è rivelata preziosa. Daniela, giornalista freelance esperta di cucina, si è incaricata di scrivere le recensioni dei libri di argomento culinario che solleticavano la nostra curiosità. I corsi sono stati un’ovvia conseguenza, la passione per il cibo unisce e diventa esperienza condivisa. L’Associazione “La Signora dei Fornelli” è nata per diffondere sul nostro territorio la comune passione per la cucina, il buon cibo ed il buon vino, grazie anche alla collaborazione di Niccolò, il nostro sommelier AIS.