Cosa bolle in pentola?

Un piatto di grande soddisfazione, pur nella sua semplicità, profumato e piccante al punto giusto. La stracciatella poi, regala morbidezza ed amalgama i gusti del piatto. Sono gli ultimi pomodorini acquistati in Puglia prima della partenza per tornare a casa, questi Piccadilly di un’azienda agricola vicino Manduria e la stracciatella viene prodotta in una masseria, La Grande, nell’area di Nardò, in dove gli animali vivono all’aperto ed il latte utilizzato è solo quello prodotto da loro.

La pasta poi viene dalle Marche, una piccola ma validissima realtà di Osimo, dove il marito, Carlo Latini, si occupa dei loro campi di grano e la moglie Carla, ingegnere, realizza una pasta superlativa, la 60027!

Ingredienti per 4 persone: 350 g di spaghetti alla chitarra 60027 Carla Latini, 500 g di pomodorini, 6-8 spicchi di aglio, olio extravergine di oliva, peperoncino piccante, sale, origano; 250 g di stracciatella, qualche foglia di basilico.

Lavare i pomodorini e disporli in una teglia da forno, salare, unire il peperoncino sminuzzato, gli spicchi d’aglio tagliati a metà e l’origano e cuocere a circa 175° in forno ventilato. Estrarre la teglia dal forno dopo mezz’ora circa, rimuovere gli spicchi d’aglio e lasciar raffreddare. Le opzioni sono due: con un frullatore ad immersione frullare metà dei pomodorini, unire gli altri e condirvi la pasta, oppure lasciare i pomodorini interi, che in cottura saranno comunque scoppiati, e condire così la pasta. Mescolare bene, disporre nei piatti e decorare con della stracciatella a piacere e foglie di basilico.

Enjoy!!

Ruote pazze Benedetto Cavalieri con salsa cruda di datterini gialli e Friscous
Fettuccine al pistacchio di Bronte DOP con salsa cruda di pomodorini gialli e granella di pistacchi di Bronte DOP
Doriana Tucci

A proposito di Doriana Tucci

All’inizio di questa avventura, una cara amica ha avuto fiducia nelle mie capacità culinarie… Così ho gestito la pausa pranzo in un mercatino di beneficenza con grandi soddisfazioni! Poi è arrivato un corso professionale, una qualifica seria e un passaparola fra amici e conoscenti per il mio servizio di chef @ home. Il sito, nato grazie alla creatività di Michele, riceve ormai moltissime visite da internauti affezionati italiani e stranieri. Alcune amiche, appassionate di cibo e curiose del suo mondo, hanno cominciato a frequentare con me eventi e manifestazioni e la loro collaborazione si è rivelata preziosa. Daniela, giornalista freelance esperta di cucina, si è incaricata di scrivere le recensioni dei libri di argomento culinario che solleticavano la nostra curiosità. I corsi sono stati un’ovvia conseguenza, la passione per il cibo unisce e diventa esperienza condivisa. L’Associazione “La Signora dei Fornelli” è nata per diffondere sul nostro territorio la comune passione per la cucina, il buon cibo ed il buon vino, grazie anche alla collaborazione di Niccolò, il nostro sommelier AIS.