Cosa bolle in pentola?

In pieno Salone del Mobile e del Design, apre i battenti il bar di un’associazione culturale che aveva fatto capolino a NoLo, la zona di Milano a nord di piazzale Loreto, che sta a grandi passi prendendo il suo posto fra le zone più trendy.

Salumi Pasini sulla bilancia #fuorisalume

Salumi Pasini sulla bilancia #fuorisalume

Salami Salumi Pasini #fuorisalume

Salami Salumi Pasini #fuorisalume


E, con l’occasione, il Salumificio Pasini, un’eccellenza della provincia di Milano, anzi proprio dell’hinterland, presenta i suoi salumi prodotti con lavorazione artigianale di un tempo e da maiali tutti italiani, per lo più dalla Lombardia. Tutti i salumi sono prodotti in Italia e privi di allergeni come glutine e lattosio e di OGM. Molte lavorazioni vengono fatte ancora a mano e la stagionatura avviene in sale rivestite di legno, per mantenere aromi e profumi. Insomma da provare!
Le linee di salumi sono la Classica, con prodotti della tradizione, la Selezione, che comprende salumi non prodotti dall’azienda, ma accuratamente selezionati, come la Bresaola di Valtellina o il Crudo di Parma, e la nuovissima linea Salumi Pasini FOO’D
, nata da una collaborazione con lo chef stellato Davide Oldani, che condivide la filosofia del giovane team, terza generazione della famiglia che gestisce l’azienda: nuovi salumi originali nel gusto e nel packaging.
Così alla Salumeria del Design con un calice di vino o uno spritz si potranno degustare panini con il cotto o i salami di Pasini o taglieri con bresaola di maiale (deliziosa!), lardo o pancetta (squisiti!).
Buona continuazione del Fuorsalone 2017!
Display Salumi Pasini #fuorisalume

Display Salumi Pasini #fuorisalume

Polpette di tacchino e salsiccia
Sauté di riso Venere con pomodorini colorati, verdure di primavera, mazzancolle e cappesante
Doriana Tucci

A proposito di Doriana Tucci

All’inizio di questa avventura, una cara amica ha avuto fiducia nelle mie capacità culinarie… Così ho gestito la pausa pranzo in un mercatino di beneficenza con grandi soddisfazioni! Poi è arrivato un corso professionale, una qualifica seria e un passaparola fra amici e conoscenti per il mio servizio di chef @ home. Il sito, nato grazie alla creatività di Michele, riceve ormai moltissime visite da internauti affezionati italiani e stranieri. Alcune amiche, appassionate di cibo e curiose del suo mondo, hanno cominciato a frequentare con me eventi e manifestazioni e la loro collaborazione si è rivelata preziosa. Daniela, giornalista freelance esperta di cucina, si è incaricata di scrivere le recensioni dei libri di argomento culinario che solleticavano la nostra curiosità. I corsi sono stati un’ovvia conseguenza, la passione per il cibo unisce e diventa esperienza condivisa. L’Associazione “La Signora dei Fornelli” è nata per diffondere sul nostro territorio la comune passione per la cucina, il buon cibo ed il buon vino, grazie anche alla collaborazione di Niccolò, il nostro sommelier AIS.