Cosa bolle in pentola?

Quando si è al mare e si vuole sfruttare appieno il tempo, è sempre consigliabile preparare in anticipo delle pietanze da assemblare, come ad esempio cuocere riso, pasta o anche pesce e carne. L’importante è rispettare sempre la catena del freddo, riponendo in frigo quanto cucinato, anche se ancora tiepido. Questa volta propongo un piatto unico con proteine, verdure, carboidrati non raffinati, e sempre olio extravergine di oliva di grande qualità.

Ingredienti per 4 persone: 300 g di riso integrale parboiled, 400 g di calamari, 4 zucchine medie, una dozzina di pomodori datterini, 2 grossi spicchi d’aglio in camicia, basilico, prezzemolo, olio extravergine di oliva, 1 peperoncino fresco, sale.

Bollire innanzitutto il riso: siccome è il lavoro più lungo, vi suggerisco di cuocerne una quantità doppia e di tenerne metà in frigo in una scatola a chiusura ermetica o anche in sottovuoto. La prima dovrà essere utilizzata entro una settimana, la seconda entro 2. E sarà divertente vedere le vostre proposte per la seconda versione, scatenatevi pure!!

Svuotare il calamaro e tagliarlo a striscioline poi saltarlo in una padella con lo spicchio d’aglio leggermente schiacciato. Cuocerlo poco, altrimenti il calamaro diventa gommoso come il chewing gum! Separatamente, tagliare le zucchine in 4 per il lungo poi affettarle non troppo sottili e saltarle in una padella antiaderente con olio extravergine finché siano ben rosolate. Salare.

Tagliare a metà i datterini, condirli con olio, sale, peperoncino e basilico spezzettato, e contemporaneamente rosolare l’altro spicchio d’aglio e saltarvi il riso per 3 o 4 minuti. Tritare il prezzemolo ed aggiungerlo.

A questo punto assemblare il piatto, unendo gli ingredienti al riso e servire a temperatura ambiente. Ottimo come piatto unico nei caldi giorni d’estate.

Enjoy!!

Riso integrale parboiled con calamaro saltato, zucchine e pomodorini

Riso integrale parboiled con calamaro saltato, zucchine e pomodorini

Filetti di rombolino in crosta di cous cous alle erbe aromatiche
Doriana Tucci

A proposito di Doriana Tucci

All’inizio di questa avventura, una cara amica ha avuto fiducia nelle mie capacità culinarie… Così ho gestito la pausa pranzo in un mercatino di beneficenza con grandi soddisfazioni! Poi è arrivato un corso professionale, una qualifica seria e un passaparola fra amici e conoscenti per il mio servizio di chef @ home. Il sito, nato grazie alla creatività di Michele, riceve ormai moltissime visite da internauti affezionati italiani e stranieri. Alcune amiche, appassionate di cibo e curiose del suo mondo, hanno cominciato a frequentare con me eventi e manifestazioni e la loro collaborazione si è rivelata preziosa. Daniela, giornalista freelance esperta di cucina, si è incaricata di scrivere le recensioni dei libri di argomento culinario che solleticavano la nostra curiosità. I corsi sono stati un’ovvia conseguenza, la passione per il cibo unisce e diventa esperienza condivisa. L’Associazione “La Signora dei Fornelli” è nata per diffondere sul nostro territorio la comune passione per la cucina, il buon cibo ed il buon vino, grazie anche alla collaborazione di Niccolò, il nostro sommelier AIS.