Cosa bolle in pentola?

Come spesso capita ultimamente, una delle allieve aveva difficoltà con il lattosio e la soluzione più semplice è stata sostituire il latte con bevanda di mandorla non zuccherata. Il risultato? Ottimo e ben bilanciato dal punto di vista nutrizionale! Anche lo yoghurt sarebbe andato benissimo, ma talvolta chi è intollerante al lattosio sembra non rendersi conto che alcuni derivati del latte ne sono assolutamente privi. Gorgonzola, Parmigiano Reggiano e Grana Padano stagionati almeno 20 mesi e molti altri formaggi, oltre allo yoghurt, possono essere assunti in tutta tranquillità dagli intolleranti. Ma veniamo alla ricetta!

Ingredienti per 12 muffin: 100 g di farina 00, 100 g di farina di cocco, 100 ml di bevanda di mandorla, 120 ml di olio di arachide, 85 g di zucchero semolato, 200 g di albicocche denocciolate (fuori stagione usare quelle secche in proporzione ridotta), 3 uova, 8 noci, ½ bustina di lievito per dolci.

Versare in una boule le uova con lo zucchero e un pizzico di sale. Montarle con una frusta fino a ottenere un composto chiaro e spumoso. Unire l’olio, il latte di mandorla, le farine, il lievito setacciato e amalgamare gli ingredienti. Aggiungere le noci tritate grossolanamente e le albicocche a pezzetti, poi ungere i pirottini con l’olio e un pennello.

Inserire 12 pirottini in una teglia antiaderente da muffin, riempirli con l’impasto preparato fin quasi all’orlo e cuocerli in forno preriscaldato a 175° per circa 25 minuti. Lasciarli raffreddare su una gratella da pasticceria prima di servirli cosparsi di zucchero a velo.

Enjoy!!

Riso integrale parboiled con calamaro saltato, zucchine e pomodorini
Doriana Tucci

A proposito di Doriana Tucci

All’inizio di questa avventura, una cara amica ha avuto fiducia nelle mie capacità culinarie… Così ho gestito la pausa pranzo in un mercatino di beneficenza con grandi soddisfazioni! Poi è arrivato un corso professionale, una qualifica seria e un passaparola fra amici e conoscenti per il mio servizio di chef @ home. Il sito, nato grazie alla creatività di Michele, riceve ormai moltissime visite da internauti affezionati italiani e stranieri. Alcune amiche, appassionate di cibo e curiose del suo mondo, hanno cominciato a frequentare con me eventi e manifestazioni e la loro collaborazione si è rivelata preziosa. Daniela, giornalista freelance esperta di cucina, si è incaricata di scrivere le recensioni dei libri di argomento culinario che solleticavano la nostra curiosità. I corsi sono stati un’ovvia conseguenza, la passione per il cibo unisce e diventa esperienza condivisa. L’Associazione “La Signora dei Fornelli” è nata per diffondere sul nostro territorio la comune passione per la cucina, il buon cibo ed il buon vino, grazie anche alla collaborazione di Niccolò, il nostro sommelier AIS.