Cosa bolle in pentola?

Ingredienti per 6 persone: petto di pollo 600 g, 150 g di mandorle sgusciate e pelate, 100 g anacardi non salati, 2 cipolle piccole di Tropea o un mazzetto di cipollotti, farina 00, salsa di soia, olio di arachidi, zenzero fresco grattugiato, peperoncino.

Grattugiare un pezzetto di zenzero, metterlo in un telino di cotone e strizzarlo, ottenendo un poco di succo e tenerlo da parte. In un wok antiaderente Ballarini della serie Salento versare poco olio e farvi tostare le mandorle e gli anacardi, senza farli scurire troppo, altrimenti diventano amari, toglierli dalla padella e tenere da parte. Affettare sottili le cipolle e farle appassire nello stresso olio, eventualmente aggiungendone un paio di cucchiai e nel frattempo tagliare a cubetti piccoli il petto di pollo e infarinarli, aggiungendoli alla cipolla rosolata. Unire peperoncino piccante tritato secondo il gusto ed il succo dello zenzero. Fare cuocere il pollo un quarto d’ora circa, rigirandolo frequentemente, aggiungendo se necessario un paio di cucchiai d’acqua e verso fine cottura la salsa di soia secondo il vostro gusto, ricordando che è molto sapida e che non bisogna aggiungere sale se non dopo aver assaggiato! Verso fine cottura unire mandorle ed anacardi, mescolare con cura e servire con riso parboiled pilaf. (ricetta a parte)

Il Griesskoch, un dolce di semolino che risale all’Impero Austroungarico!
Sardine con limone e capperi
Doriana Tucci

A proposito di Doriana Tucci

All’inizio di questa avventura, una cara amica ha avuto fiducia nelle mie capacità culinarie… Così ho gestito la pausa pranzo in un mercatino di beneficenza con grandi soddisfazioni! Poi è arrivato un corso professionale, una qualifica seria e un passaparola fra amici e conoscenti per il mio servizio di chef @ home. Il sito, nato grazie alla creatività di Michele, riceve ormai moltissime visite da internauti affezionati italiani e stranieri. Alcune amiche, appassionate di cibo e curiose del suo mondo, hanno cominciato a frequentare con me eventi e manifestazioni e la loro collaborazione si è rivelata preziosa. Daniela, giornalista freelance esperta di cucina, si è incaricata di scrivere le recensioni dei libri di argomento culinario che solleticavano la nostra curiosità. I corsi sono stati un’ovvia conseguenza, la passione per il cibo unisce e diventa esperienza condivisa. L’Associazione “La Signora dei Fornelli” è nata per diffondere sul nostro territorio la comune passione per la cucina, il buon cibo ed il buon vino, grazie anche alla collaborazione di Niccolò, il nostro sommelier AIS.