Cosa bolle in pentola?

Ingredienti: 1 petto di pollo intero, 50 g di cotechino cotto (avanzato), 50 g di pancetta affumicata, 2 fette di prosciutto cotto, 2 albumi, 30 g di parmigiano reggiano grattugiato, 30 g di pane casalingo di 2 giorni, qualche rametto di timo, sale e pepe nero in grani, olio extravergine di oliva, vino bianco secco.

Preparare il ripieno macinando insieme il cotechino avanzato, la pancetta affumicata, il prosciutto ed il pane tagliati a cubetti. Unirvi gli albumi, il parmigiano grattugiato e le foglioline del timo. Aprire, usando un buon coltello affilato, il petto di pollo, diviso a metà, privarlo del grasso, facendo attenzione a non lacerare la carne, fino ad ottenere un’unica fetta. A questo punto preparare lo spago da cucina, distendere il petto di pollo aperto su un tagliere, salarlo e peparlo, poi farcirlo con il composto preparato. Avvolgerlo delicatamente, facendo attenzione a non far fuoriuscire il ripieno, legarlo con lo spago chiudendo bene anche le estremità. Ripetere l’operazione con l’altra metà. Salare l’esterno e girare i rotoli in una teglia da forno unta con un velo d’olio. Infornare in forno ventilato preriscaldato a 200° e cuocere per 40 minuti circa, o finché l’esterno appaia ben rosolato, rigirando un paio di volte e bagnando con mezzo bicchiere di vino dopo una decina di minuti di cottura. Far risposare dopo la cottura almeno dieci minuti, poi affettare non troppo sottile, accompagnando con piselli, lenticchie o patate arrostite.

Posate Broggi, linea Gualtiero Marchesi.

Tortino al cioccolato e pere caramellate
Crema di branzino mantecato
Doriana Tucci

A proposito di Doriana Tucci

All’inizio di questa avventura, una cara amica ha avuto fiducia nelle mie capacità culinarie… Così ho gestito la pausa pranzo in un mercatino di beneficenza con grandi soddisfazioni! Poi è arrivato un corso professionale, una qualifica seria e un passaparola fra amici e conoscenti per il mio servizio di chef @ home. Il sito, nato grazie alla creatività di Michele, riceve ormai moltissime visite da internauti affezionati italiani e stranieri. Alcune amiche, appassionate di cibo e curiose del suo mondo, hanno cominciato a frequentare con me eventi e manifestazioni e la loro collaborazione si è rivelata preziosa. Daniela, giornalista freelance esperta di cucina, si è incaricata di scrivere le recensioni dei libri di argomento culinario che solleticavano la nostra curiosità. I corsi sono stati un’ovvia conseguenza, la passione per il cibo unisce e diventa esperienza condivisa. L’Associazione “La Signora dei Fornelli” è nata per diffondere sul nostro territorio la comune passione per la cucina, il buon cibo ed il buon vino, grazie anche alla collaborazione di Niccolò, il nostro sommelier AIS.