Cosa bolle in pentola?

Conosciamo tutti i benefici delle noci, la cui dose giornaliera consigliata è di 3 al giorno. Anche le crucifere sono importantissime nella nostra alimentazione, allora ho pensato di unire i benefici di entrambi questi alimenti e di proporre questo buonissimo ‘pesto’: non me ne voglia The King of Pesto Roberto Panizza!!

Ingredienti per 4 persone: un ciuffo di cavolo nero, 6 filetti di acciughe sottolio, 8 noci, olio extravergine di oliva, 4 cucchiai di Pecorino Romano DOP, sale e pepe nero in grani; 350 g di pasta di grano duro. (quelle nella foto sono Tria, del pastificio pugliese Sorelle De Castro)

Mondare le foglie del cavolo nero rimuovendo le nervature, lavarle e sbianchirle in acqua salata per 3 minuti. Scolarle, strizzarle e metterle nel bicchiere del frullatore con 50 ml di olio extravergine, una macinata di pepe, i gherigli delle noci e le acciughe sottolio. Una volta ridotto in crema, aggiungere il Pecorino Romano, poi assaggiare e regolare il sale. Condirvi la pasta aggiungendo 2 cucchiai di acqua di cottura, ma può anche diventare una crema per bruschette o da servire col pesce bollito.

Enjoy!!

Tria pugliese al pesto di cavolo nero e acciughe

Tria pugliese al pesto di cavolo nero e acciughe

Sformatini di cardi alla besciamella con Taleggio Dop
Saltimbocca alla romana
Doriana Tucci

A proposito di Doriana Tucci

All’inizio di questa avventura, una cara amica ha avuto fiducia nelle mie capacità culinarie… Così ho gestito la pausa pranzo in un mercatino di beneficenza con grandi soddisfazioni! Poi è arrivato un corso professionale, una qualifica seria e un passaparola fra amici e conoscenti per il mio servizio di chef @ home. Il sito, nato grazie alla creatività di Michele, riceve ormai moltissime visite da internauti affezionati italiani e stranieri. Alcune amiche, appassionate di cibo e curiose del suo mondo, hanno cominciato a frequentare con me eventi e manifestazioni e la loro collaborazione si è rivelata preziosa. Daniela, giornalista freelance esperta di cucina, si è incaricata di scrivere le recensioni dei libri di argomento culinario che solleticavano la nostra curiosità. I corsi sono stati un’ovvia conseguenza, la passione per il cibo unisce e diventa esperienza condivisa. L’Associazione “La Signora dei Fornelli” è nata per diffondere sul nostro territorio la comune passione per la cucina, il buon cibo ed il buon vino, grazie anche alla collaborazione di Niccolò, il nostro sommelier AIS.