Cosa bolle in pentola?

Una ricetta anni ’60? Ma anche anni ’70 direi, visto che in quegli anni di benessere economico c’era una grande ricerca di ingredienti “esotici” che dichiarassero apertamente la disponibilità di chi li preparava. Anche molti ristoranti avevano in carta questo piatto, ora ritornato in auge da quando il tempo tiranno non permette più di proporre piatti molto elaborati, se non nel weekend!

Pam Panorama è nata proprio alla fine degli anni 50 e nei suoi negozi ha presto inserito referenze particolari, poco utilizzate da chi frequentava negozi di quartiere, ma che con il tempo si sono imposte per la loro novità e la loro appetibilità. Così, per festeggiare i loro 60 anni, propongo questa variante, con un occhio al gusto e uno allo stare bene, infatti le pennette sono al farro di un grande pastificio trentino ed il salmone viene dall’Alaska ed è pescato, non allevato!

ingredienti per 4 persone: 320 g di penne rigate di farro, 200 g di salmone affumicato, 40 g di burro, ½ bicchierino di vodka, ½ limone biologico, 2 cucchiai di panna fresca, 4 cucchiaini di caviale o uova di lompo, erba cipollina, sale e pepe bianco in grani.

Sciogliere il burro in una padella, unirvi metà del salmone a pezzetti, mescolare e spruzzate con poco succo di limone e parte delle zeste.

Lasciar evaporare, aggiungere la panna e la vodka, poi condire con sale e una macinata pepe e cuocere un paio di minuti. Lessare le penne in abbondante acqua salata, scolarle al dente e versarle nella padella con la salsa e far saltare per un minuto.

Distribuire nei piatti individuali guarnendo con striscioline di salmone affumicato e un cucchiaino di caviale e aggiungendo, se gradita, dell’erba cipollina.

Enjoy!!

Pennette di farro Felicetti con salmone affumicato e vodka

Pennette di farro Felicetti con salmone affumicato e vodka, piatto Easylife Italia

Crêpes con ricotta e spinaci gratinate con ricotta affumicata
Torta di pere al cacao e Fiordifrutta alle pere
Doriana Tucci

A proposito di Doriana Tucci

All’inizio di questa avventura, una cara amica ha avuto fiducia nelle mie capacità culinarie… Così ho gestito la pausa pranzo in un mercatino di beneficenza con grandi soddisfazioni! Poi è arrivato un corso professionale, una qualifica seria e un passaparola fra amici e conoscenti per il mio servizio di chef @ home. Il sito, nato grazie alla creatività di Michele, riceve ormai moltissime visite da internauti affezionati italiani e stranieri. Alcune amiche, appassionate di cibo e curiose del suo mondo, hanno cominciato a frequentare con me eventi e manifestazioni e la loro collaborazione si è rivelata preziosa. Daniela, giornalista freelance esperta di cucina, si è incaricata di scrivere le recensioni dei libri di argomento culinario che solleticavano la nostra curiosità. I corsi sono stati un’ovvia conseguenza, la passione per il cibo unisce e diventa esperienza condivisa. L’Associazione “La Signora dei Fornelli” è nata per diffondere sul nostro territorio la comune passione per la cucina, il buon cibo ed il buon vino, grazie anche alla collaborazione di Niccolò, il nostro sommelier AIS.