Cosa bolle in pentola?

Puglia, regno dei pomodori secchi! Ne abbiamo già parlato, ma vorrei ancora sottolineare come dai primi di luglio ogni spazio libero nelle aziende agricole dove si coltivano pomodori viene letteralmente riempito dai tradizionali graticci dove far seccare i pomodori che a loro volta sono coperti da retine fitte per evitare contatti indesiderati con gli insetti.

Nella stagione invernale danno ai piatti il sapore dell’estate, ma non solo, il loro sapore concentrato ci aiuta a creare piatti gustosi in tutte le stagioni!

Ingredienti per 2 vasetti medi: 200 g di pomodori secchi, 4 filetti di acciughe sottolio, 1 cucchiaio raso di capperi di Pantelleria sottosale, 1 peperoncino fresco, 1 cucchiaio di foglioline di origano secco, 1 bicchiere scarso di olio extravergine pugliese, ¼ di litro di aceto bianco, ¾ di litro di acqua.

Mettere acqua e aceto in una casseruola, senza aggiungere sale perché i pomodori secchi sono già salati, portare a bollore e versarvi i pomodori secchi. Spegnere non appena riprende il bollore. Dopo mezzora scolarli e disporli con il lato tagliato su un panno pulito per farli asciugare.

Dissalare i capperi ed inserirli nel mixer con le acciughe sottolio, l’origano, il peperoncino ed i pomodori secchi ammorbiditi. Versarvi l’olio a filo e frullare fino ad ottenere una crema.

Disporre nei vasetti, coprire con olio extravergine e conservare in frigo o congelare come già suggerito.

Enjoy!!

Paté di pomodori secchi, acciughe e capperi

Paté di pomodori secchi, acciughe e capperi

Involtini di lonza di maiale con melanzane e paté di pomodori secchi
Fiori di zucca al forno ripieni di provola e acciughe
Doriana Tucci

A proposito di Doriana Tucci

All’inizio di questa avventura, una cara amica ha avuto fiducia nelle mie capacità culinarie… Così ho gestito la pausa pranzo in un mercatino di beneficenza con grandi soddisfazioni! Poi è arrivato un corso professionale, una qualifica seria e un passaparola fra amici e conoscenti per il mio servizio di chef @ home. Il sito, nato grazie alla creatività di Michele, riceve ormai moltissime visite da internauti affezionati italiani e stranieri. Alcune amiche, appassionate di cibo e curiose del suo mondo, hanno cominciato a frequentare con me eventi e manifestazioni e la loro collaborazione si è rivelata preziosa. Daniela, giornalista freelance esperta di cucina, si è incaricata di scrivere le recensioni dei libri di argomento culinario che solleticavano la nostra curiosità. I corsi sono stati un’ovvia conseguenza, la passione per il cibo unisce e diventa esperienza condivisa. L’Associazione “La Signora dei Fornelli” è nata per diffondere sul nostro territorio la comune passione per la cucina, il buon cibo ed il buon vino, grazie anche alla collaborazione di Niccolò, il nostro sommelier AIS.