Cosa bolle in pentola?

Nel caldo di fine luglio, sulla terrazza del padiglione Expo di Coldiretti, la Mutti ha organizzato un originale cooking-show, con la partecipazione dello chef Simone Rugiati e dell’AD di Mutti, Francesco Mutti. Davide Oltolini ha presentato l’evento, con la partecipazione di Sonia Peronaci. L’occasione è stato l’inizio della raccolta dei pomodori nella Food Valley: 485 in totale le aziende agricole che quest’anno conferiranno il pomodoro a Mutti, 360 di queste, situate nella pianura padana riforniscono lo stabilimento di Parma, mentre le altre 125 nelle Regioni Puglia, Molise, Basilicata e Campania riforniscono lo stabilimento Fiordagosto, nei pressi di Salerno.

Da oltre 100 anni, Mutti, azienda di Parma, è leader nella lavorazione del pomodoro; da quattro generazioni, precisamente dal 1899, la famiglia Mutti si dedica esclusivamente al miglioramento del suo “oro rosso” realizzando doppio e triplo concentrato, passata e polpa di pomodoro, prodotti che oggi sono apprezzati in tutto il mondo. Negli ultimi anni, per ampliare la gamma dei prodotti senza snaturare una vocazione che dura da più di un secolo, sono arrivati anche sughi e salse pronte. Ai controlli sull’intera filiera, a partire dal 2001 si è aggiunta la dichiarazione “NON OGM”, una certificazione che richiede due diversi tipi di controllo.

Sono stati realizzati 3 piatti che abbiamo degustato dopo dei deliziosi amouse-bouche anch’essi a base dei pomodori Mutti: Bloody Mary e tartare di pomodoro in due versioni.

Francesco Mutti

Francesco Mutti

Gnocchetti di patate all'arrabbiata su carpaccio di baccalà marinato

Gnocchetti di patate all’arrabbiata su carpaccio di baccalà marinato

Ecco una delle ricette di Simone Rugiati, una parmigiana al bicchiere originale e molto gustosa:

Parmigiana al bicchiere

Polpa di pomodoro al basilico con melanzane a funghetto e cialde di Parmigiano croccante

Ingredienti per 4 persone: 300 g di polpa di pomodoro Mutti, 2 melanzane viola senza semi, 1 spicchio d’aglio, basilico, 50 g di parmigiano grattugiato, 100 g di stracciatella, olio extravergine, sale e pepe.

Tagliare le melanzane a cubetti di circa 1 cm e lasciarle rosolare in padella con aglio e olio extravergine. Bagnarle con poca acqua e aggiungere il basilico spezzettato, regolare sale e pepe e portare a termine la cottura. Cuocere la polpa di pomodoro con aglio, basilico e olio per circa 10 minuti, regolare poi il sale. Stendere il parmigiano grattugiato su una padella antiaderente e preparare le cialde. Una volta pronte e raffreddate, sbriciolarle. Mettere quindi un cucchiaio di burrata alla base del bicchiere, poi le melanzane private dell’aglio e ricoprire il tutto con la polpa di pomodoro. Terminare con le briciole di parmigiano e una foglia di basilico.

Parmigiana al bicchiere di Simone Rugiati

Parmigiana al bicchiere di Simone Rugiati

Tentacoli di polpo arrostito su polpa Mutti allo zenzero e crumble di pane alle erbe Bloody Mary

Insalata di gamberi e uova con misticanza e fiori
Strudel di frutta estiva con biscotti di grano duro integrale biologico
Doriana Tucci

A proposito di Doriana Tucci

All’inizio di questa avventura, una cara amica ha avuto fiducia nelle mie capacità culinarie… Così ho gestito la pausa pranzo in un mercatino di beneficenza con grandi soddisfazioni! Poi è arrivato un corso professionale, una qualifica seria e un passaparola fra amici e conoscenti per il mio servizio di chef @ home. Il sito, nato grazie alla creatività di Michele, riceve ormai moltissime visite da internauti affezionati italiani e stranieri. Alcune amiche, appassionate di cibo e curiose del suo mondo, hanno cominciato a frequentare con me eventi e manifestazioni e la loro collaborazione si è rivelata preziosa. Daniela, giornalista freelance esperta di cucina, si è incaricata di scrivere le recensioni dei libri di argomento culinario che solleticavano la nostra curiosità. I corsi sono stati un’ovvia conseguenza, la passione per il cibo unisce e diventa esperienza condivisa. L’Associazione “La Signora dei Fornelli” è nata per diffondere sul nostro territorio la comune passione per la cucina, il buon cibo ed il buon vino, grazie anche alla collaborazione di Niccolò, il nostro sommelier AIS.