Cosa bolle in pentola?

Questo ricettario, scritto da Giuliano Malizia, poeta e cultore di tradizioni e cucina romana, è inserito nella collana Tradizioni Italiane Newton, e ci propone oltre 200 ricette della tradizione romana. Le origini della cucina romana vengono fatte risalire da alcuni studiosi addirittura alla Roma imperiale: cucina semplice e non ricercata per eccellenza, realizzata con ingredienti facili da reperire e sempre a portata di mano. Si tratta di ricette “di casa”, che caratterizzano la cucina romana in tutto il mondo, come la Carbonara o l’Amatriciana e che vengono messe a disposizione in modo che il lettore possa concedersi il piacere e la felicità conviviale che solo una buona tavola può dare. Da segnalare la sezione relativa al “Quinto Quarto”, cioè a quanto restava a disposizione della gente comune, dopo che i quarti posteriori ed anteriori del bovino erano stati venduti alle famiglie più abbienti. Tra le pagine di questo ricettario, si assaporano i profumi tipici di questi piatti poveri e degli aromi di campagna in questi utilizzati, come le semplici Uova in trippa, le Zucchine ripiene, la Coratella con i carciofi, la Trippa alla romana, diventati ormai il vanto anche di ristoratori stellati. Non manca una piccola sezione riservata ai pochi dolci che si preparano a Roma come le Frittelle di San Giuseppe, la Pizza di polenta con la ricotta o gli spettacolari Maritozzi. La ricetta regina delle sezione ebraico-romanesca è quella dei famosissimi Carciofi alla giudìa, ma non mancano ricette tradizionali quali il risotto di Shabbat ed il pane a forma di treccia, o di facile esecuzione quali il Pollo con i peperoni, o le classiche minestre di ceci o lenticchie. Insomma, un libro con ricette semplici e legate alla tradizione popolare di Roma Caput mundi.
[Recensione di Daniela Allocco]

“La cucina Romana e Ebraico-romanesca” di Giuliano Malizia

Prezzo: 12,90 euro

Editore: Newton Compton

Pagine: 190

Valutazione (da 1 a 5 cappelli da cuoco):

COME BARARE IN CUCINA
Eugénie Brazier e le altre: storie e ricette delle Madri dell'alta cucina
Doriana Tucci

A proposito di Doriana Tucci

All’inizio di questa avventura, una cara amica ha avuto fiducia nelle mie capacità culinarie… Così ho gestito la pausa pranzo in un mercatino di beneficenza con grandi soddisfazioni! Poi è arrivato un corso professionale, una qualifica seria e un passaparola fra amici e conoscenti per il mio servizio di chef @ home. Il sito, nato grazie alla creatività di Michele, riceve ormai moltissime visite da internauti affezionati italiani e stranieri. Alcune amiche, appassionate di cibo e curiose del suo mondo, hanno cominciato a frequentare con me eventi e manifestazioni e la loro collaborazione si è rivelata preziosa. Daniela, giornalista freelance esperta di cucina, si è incaricata di scrivere le recensioni dei libri di argomento culinario che solleticavano la nostra curiosità. I corsi sono stati un’ovvia conseguenza, la passione per il cibo unisce e diventa esperienza condivisa. L’Associazione “La Signora dei Fornelli” è nata per diffondere sul nostro territorio la comune passione per la cucina, il buon cibo ed il buon vino, grazie anche alla collaborazione di Niccolò, il nostro sommelier AIS.