Cosa bolle in pentola?

Durante i sei mesi di Expo, una delle più splendide dimore private di Milano, la Casa degli Atellani in corso Magenta, ha aperto le porte al pubblico per far conoscere la dimora e la vigna regalate nel 1498 a Leonardo da Vinci da Ludovico il Moro al termine della realizzazione de  Il Cenacolo in Santa Maria delle Grazie.

Gli Orti di Leonardo, Milano

Gli Orti di Leonardo, Milano

In questa meravigliosa cornice sabato 10 ottobre quattro GAL (Gruppo di Azione Locale) della regione Calabria hanno illustrato le rispettive eccellenze gastronomiche e un territorio che spazia dall’entroterra fino alla costa.

Il GAL Alto Jonio Federico II, Il GAL Valle del Crati, il GAL Terre del Savuto  e il GAL Terre Jonico Silane hanno presentato con l’ausilio di un interessante ausilio digitale la stupenda costa ionica da Rossano a Carati, la grande fiumara che conduce dal mare al cuore del parco nazionale della Sila, le evidenze monumentali e archeologiche di una terra appartenuta alla Magna Grecia e tanti prodotti tipici locali come i limoni, le clementine, la liquirizia, i fichi, le castagne, il miele, il pecorino, l’olio, i vini DOP e i salumi.

Tutti i GAL offrono proposte molto flessibili, in modo da rispondere ad ogni tipo di clientela turistica in ogni periodo dell’anno e attivano sui territori di loro competenza pacchetti di enogastronomia collegati alla natura, alla storia e all’arte, effettuando un affascinante mix tra sacro e profano.

La valorizzazione dei beni culturali, dei prodotti e delle risorse locali, la tutela della biodiversità dell’ambiente e il miglioramento della vita della popolazione calabra sono tematiche centrali nelle politiche di sviluppo che animano da sempre le attività dei GAL che in questa occasione hanno calorosamente invitato gli ospiti a visitare e conoscere meglio questo gioiello italiano.

Testo di Mariagrazia Francia

Pàche Felicetti ripiene di gamberetti e merluzzo su crema di zucchine con timo e basilico: un omaggio alla Liguria e ai suoi prodotti con qualche contaminazione
Ingredienti polacchi all’italiana – Il dessert
Doriana Tucci

A proposito di Doriana Tucci

All’inizio di questa avventura, una cara amica ha avuto fiducia nelle mie capacità culinarie… Così ho gestito la pausa pranzo in un mercatino di beneficenza con grandi soddisfazioni! Poi è arrivato un corso professionale, una qualifica seria e un passaparola fra amici e conoscenti per il mio servizio di chef @ home. Il sito, nato grazie alla creatività di Michele, riceve ormai moltissime visite da internauti affezionati italiani e stranieri. Alcune amiche, appassionate di cibo e curiose del suo mondo, hanno cominciato a frequentare con me eventi e manifestazioni e la loro collaborazione si è rivelata preziosa. Daniela, giornalista freelance esperta di cucina, si è incaricata di scrivere le recensioni dei libri di argomento culinario che solleticavano la nostra curiosità. I corsi sono stati un’ovvia conseguenza, la passione per il cibo unisce e diventa esperienza condivisa. L’Associazione “La Signora dei Fornelli” è nata per diffondere sul nostro territorio la comune passione per la cucina, il buon cibo ed il buon vino, grazie anche alla collaborazione di Niccolò, il nostro sommelier AIS.