Cosa bolle in pentola?

La primavera ed i suoi svariati prodotti mi hanno dato l’idea per questo condimento saporito ed originale. Gli agretti, o barba di frate, fino a qualche anno fa erano diffusi solo in Italia centrale ed era molto difficile trovarli sui banchi del mercato. Ora, grazie alla globalizzazione, questa verdura è talmente conosciuta che viene utilizzata anche nei paesi anglosassoni!

Ingredienti per 4 persone: 350 g di fusilli, un mazzetto piccolo di agretti, 250 g di salmone fresco spinato e spellato, 1 scalogno, 30 ml di vino bianco secco, brodo di pesce o vegetale, olio extravergine di oliva, 1 uovo di quaglia a persona, sale, pepe di Sichuan in grani.

Mondare ed affettare sottile lo scalogno e farlo stufare con un cucchiaio di olio extravergine e poco brodo di pesce o di verdure. Dopo una decina di minuti, unire il salmone, dopo aver eliminato tutte le lische con l’apposita pinzetta. Rompere grossolanamente il pesce con il mestolo, salare e sfumare col vino bianco. In un’altra padella, scottare in un altro cucchiaio di olio extravergine i ciuffetti della barba di frate per meno di un minuto e salare. Cuocere la pasta in acqua salata, scolare al dente e saltare nella padella con il salmone, poi unirvi gli agretti. Condire con una generosa macinata di pepe di Sichuan, mescolare e servire nei piatti, guarnendo con un uovo di quaglia poché ed un ciuffetto di agretti crudi. Enjoy!!

Fusilli Pastificio Dei Campi con salmone agretti e uovo di quaglia poché

Fusilli Pastificio Dei Campi con salmone agretti e uovo di quaglia poché

 

L’Alto Adige verso l’Expo 2015
Banana bread, my way
Doriana Tucci

A proposito di Doriana Tucci

All’inizio di questa avventura, una cara amica ha avuto fiducia nelle mie capacità culinarie… Così ho gestito la pausa pranzo in un mercatino di beneficenza con grandi soddisfazioni! Poi è arrivato un corso professionale, una qualifica seria e un passaparola fra amici e conoscenti per il mio servizio di chef @ home. Il sito, nato grazie alla creatività di Michele, riceve ormai moltissime visite da internauti affezionati italiani e stranieri. Alcune amiche, appassionate di cibo e curiose del suo mondo, hanno cominciato a frequentare con me eventi e manifestazioni e la loro collaborazione si è rivelata preziosa. Daniela, giornalista freelance esperta di cucina, si è incaricata di scrivere le recensioni dei libri di argomento culinario che solleticavano la nostra curiosità. I corsi sono stati un’ovvia conseguenza, la passione per il cibo unisce e diventa esperienza condivisa. L’Associazione “La Signora dei Fornelli” è nata per diffondere sul nostro territorio la comune passione per la cucina, il buon cibo ed il buon vino, grazie anche alla collaborazione di Niccolò, il nostro sommelier AIS.