Cosa bolle in pentola?

Di ritorno da un anticipo di vacanze in Puglia, non ci siamo certo fatti mancare le ciliegie ferrovia, grosse e succose, chiamate così proprio perché adatte ad essere portate lontano, in ferrovia appunto! Oltre a goderne al naturale, fra i parecchi dolci nei quali possono essere utilizzate le ciliegie, quello più gradito a casa nostra è il clafoutis, un dolce francese, originario del Limousin, nell’Occitania, zona centrale della Francia.

Si tratta di ciliegie immerse in una pastella fino a formare una specie di flan, e tradizionalmente le ciliegie non vengono denocciolate, anche se oggigiorno si preferisce tagliarle a metà per rimuovere il nocciolo. Il clafoutis può essere preparato anche con altra frutta, albicocche o prugne ad esempio, o addirittura mele.

Due sono le versioni che propongo oggi, la seconda delle quali, invece di essere preparata con sola farina, utilizza anche quella di mandorle. Ecco le dosi utilizzate per entrambe le versioni!

Ingredienti: 450 g di ciliegie, 100 g di zucchero, 100 g di farina 00, 3 uova medie, 250 ml di latte, 200 ml di panna liquida, mezzo baccello di vaniglia, zucchero a velo.

Ingredienti per la versione con farina di mandorle: 450 g di ciliegie, 140 g di farina di mandorle, 60 g di farina 00 o altrettanto amido di mais, 3 uova medie, 100 g di zucchero semolato, 250 ml di panna fresca, 150 ml di latte intero.

Clafoutis di ciliegie nella versione con farina di mandorle

Clafoutis di ciliegie nella versione con farina di mandorle

Preriscaldate il forno a 180°.

Lavare e denocciolare le ciliegie. Con le fruste elettriche, battere le uova con quasi tutto lo zucchero e l’interno di mezza bacca di vaniglia, fino ad ottenere un composto chiaro e spumoso. Unire gradatamente la farina setacciandola. Amalgamare il latte e la panna e unirli al composto. Imburrate le pirofile monoporzione o la pirofila grande dai bordi bassi del diametro di circa 22 cm e cospargerla con 20 g di zucchero. Snocciolare le ciliegie e distribuirle sul fondo della pirofila. Aggiungere delicatamente il composto coprendo le ciliegie ed infornare a 170° per 40-45 minuti. Estrarre dal forno e far raffreddare, poi cospargere con zucchero a velo.

Enjoy!!

Clafoutis alle ciliegie tradizionale

Clafoutis alle ciliegie tradizionale

Tartare di tonno fresco al Martini
Il Molino Moras a Trivignano Udinese - Un’eccellenza friulana
Doriana Tucci

A proposito di Doriana Tucci

All’inizio di questa avventura, una cara amica ha avuto fiducia nelle mie capacità culinarie… Così ho gestito la pausa pranzo in un mercatino di beneficenza con grandi soddisfazioni! Poi è arrivato un corso professionale, una qualifica seria e un passaparola fra amici e conoscenti per il mio servizio di chef @ home. Il sito, nato grazie alla creatività di Michele, riceve ormai moltissime visite da internauti affezionati italiani e stranieri. Alcune amiche, appassionate di cibo e curiose del suo mondo, hanno cominciato a frequentare con me eventi e manifestazioni e la loro collaborazione si è rivelata preziosa. Daniela, giornalista freelance esperta di cucina, si è incaricata di scrivere le recensioni dei libri di argomento culinario che solleticavano la nostra curiosità. I corsi sono stati un’ovvia conseguenza, la passione per il cibo unisce e diventa esperienza condivisa. L’Associazione “La Signora dei Fornelli” è nata per diffondere sul nostro territorio la comune passione per la cucina, il buon cibo ed il buon vino, grazie anche alla collaborazione di Niccolò, il nostro sommelier AIS.