Cosa bolle in pentola?

Qualche sera fa siamo andati a cena in un ristorante fuori Milano, con dei cari amici, e lì ho avuto la sorpresa di provare questo piatto, che mi ha ricordato uno splendido viaggio nel New England. Il New England clam chowder lo si mangia dappertutto a Boston e ciascuno lo prepara a modo suo, ma solitamente la base di questa zuppa sono le vongole e non il baccalà!

Ingredienti per 6-8 persone: 2 cucchiai di olio extravergine di oliva, 1 noce di burro, 3 patate della Sila IGP, di media grandezza, 1 carota, 300 g di topinambur, 1 porro, 2 scalogni, 500 g di baccalà salato, 4 rametti di timo, vino bianco secco, 600 ml di fumetto di pesce, 250 ml di latte, 200 ml di panna fresca, 4 fettine di bacon, sale e pepe nero in grani.

Un paio di giorni prima della preparazione, togliere la pelle al baccalà salato, sciacquarlo e metterlo a bagno in acqua fresca, cambiandola almeno 3 volte al giorno. Al momento della cottura, asciugarlo bene e rimuovere le spine, poi tagliarlo, tenendo da parte un pezzetto per ricavarne un carpaccio.

Scaldare olio e burro in un’ampia casseruola. Unire porri e scalogno affettati sottili, condire con un pizzico di sale, qualche fogliolina di porro e nel frattempo pelare patate, carota e topinambur, tagliarli a cubetti e versare anch’essi nella casseruola. Condire con sale e pepe, aggiungere il vino e farlo ridurre della metà. Aggiungere metà del fumetto di pesce e continuare a cuocere a fuoco basso. Dopo una mezz’ora unire il latte ed il resto del fumetto. Cuocere finché le patate iniziano a disfarsi, un’ora circa in totale.

Nel frattempo tagliare a pezzi il baccalà ed aggiungerlo alle verdure nella casseruola, insieme alla panna fresca e al resto delle foglioline di timo, poi regolare sale e pepe e cuocere altri 8 minuti a fuoco basso.

Tostare il bacon in un’altra padella ed asciugare su carta casa. Servire con delle briciole di bacon tostato, le fettine di carpaccio di baccalà e una generosa macinata di pepe.

Enjoy!!

Chowder di baccalà

Chowder di baccalà

Chowder di baccalà

Chowder di baccalà

Bon ton di coppia al ristorante per San Valentino e Carnaroli con gambero viola dello Jonio
Nachos
Doriana Tucci

A proposito di Doriana Tucci

All’inizio di questa avventura, una cara amica ha avuto fiducia nelle mie capacità culinarie… Così ho gestito la pausa pranzo in un mercatino di beneficenza con grandi soddisfazioni! Poi è arrivato un corso professionale, una qualifica seria e un passaparola fra amici e conoscenti per il mio servizio di chef @ home. Il sito, nato grazie alla creatività di Michele, riceve ormai moltissime visite da internauti affezionati italiani e stranieri. Alcune amiche, appassionate di cibo e curiose del suo mondo, hanno cominciato a frequentare con me eventi e manifestazioni e la loro collaborazione si è rivelata preziosa. Daniela, giornalista freelance esperta di cucina, si è incaricata di scrivere le recensioni dei libri di argomento culinario che solleticavano la nostra curiosità. I corsi sono stati un’ovvia conseguenza, la passione per il cibo unisce e diventa esperienza condivisa. L’Associazione “La Signora dei Fornelli” è nata per diffondere sul nostro territorio la comune passione per la cucina, il buon cibo ed il buon vino, grazie anche alla collaborazione di Niccolò, il nostro sommelier AIS.