Cosa bolle in pentola?

Spesso mi ispiro a ricette che trovo su riviste o sul web e recentemente ho avuto occasione di visitare la pagina delle  cheesecake fredde della Galbani, molto ricca anche sulla app, che vi consiglio di scaricare per avere a portata di mano una serie infinita di ricette di ogni tipo!

È un periodo nel quale modifico tutte le ricette dolci che incontro, trasformandole in salate, siano esse bavaresi, panna cotta, biscotti ed anche cheesecake, così, riscontrando che ben poche sono le cheesecake salate proposte, ho voluto pensare ad una alternativa salata, ed ho scelto di prepararla con i carciofi, uno dei miei ortaggi preferiti, molto gradito anche dai nostri frequenti ospiti!

Ed ecco come l’ho preparata!

Ingredienti: 200 g di taralli all’olio di oliva, 85 g di burro, 100 g di formaggio spalmabile Santa Lucia, 100 g di ricotta Santa Lucia, 100 g di mascarpone Santa Lucia, 50 ml di panna fresca, 3 fogli di gelatina, 4 carciofi spinosi di Sardegna DOP, un limone bio, uno spicchio d’aglio in camicia, scorza di limone caramellata, semi di papavero, sale, pepe bianco in grani.

Mondare i carciofi ed i gambi eliminando le foglie esterne più dure e tornirli fino ad ottenere dei semi-coni. Metterli in acqua fredda leggermente acidulata. Tenere da parte 1 carciofo e lessare gli altri 3 ed i gambi, finché siano teneri. Scolare e frullare con un paio di cucchiai dell’acqua di cottura e altrettanto olio extravergine.

Inserire i taralli nel robot e ridurli in briciole, unire le zeste di mezzo limone, fondere il burro in un pentolino ed unire in un impasto morbido. Foderare la tortiera (meglio sceglierne una col fondo rimovibile) con carta da forno e stendere sul fondo il mix di taralli e burro, pareggiando con un pestacarne. Mettere in frigo per un paio d’ore.

Nel frattempo mettere nell’acqua i fogli di gelatina per circa 5 minuti per ammorbidirli, poi farli sciogliere con la panna scaldata in un tegamino a fuoco basso. Mescolare in una boule i carciofi frullati, le zeste dell’altra metà del limone, la ricotta ed i formaggi, mescolarli con cura ed unirvi la panna con la gelatina. Versare la crema così ottenuta sulla base della cheesecake precedentemente raffreddata. Riporre in luogo fresco per almeno 3 ore, o meglio ancora per una notte.

Prima di servire, affettare il carciofo rimasto e saltarlo in una padella con lo spicchio d’aglio fino a cottura ed utilizzarlo per guarnire la superficie della cheesecake insieme a qualche scorzetta di limone caramellato e a un paio di pizzichi di semi di papavero.

Enjoy!!

Cheesecake ai carciofi

Cheesecake ai carciofi

Cheesecake ai carciofi

Cheesecake ai carciofi

Cheesecake ai carciofi con scorzette di limone candite

Cheesecake ai carciofi con scorzette di limone candite

Cheesecake ai carciofi con scorzette di limone candite

Cheesecake ai carciofi con scorzette di limone candite

Carré di maiale affumicato con briciole di panettone e salsa alle mele
Fettucce arancia e carota Pastificio Del Duca con ragù d’anatra
Doriana Tucci

A proposito di Doriana Tucci

All’inizio di questa avventura, una cara amica ha avuto fiducia nelle mie capacità culinarie… Così ho gestito la pausa pranzo in un mercatino di beneficenza con grandi soddisfazioni! Poi è arrivato un corso professionale, una qualifica seria e un passaparola fra amici e conoscenti per il mio servizio di chef @ home. Il sito, nato grazie alla creatività di Michele, riceve ormai moltissime visite da internauti affezionati italiani e stranieri. Alcune amiche, appassionate di cibo e curiose del suo mondo, hanno cominciato a frequentare con me eventi e manifestazioni e la loro collaborazione si è rivelata preziosa. Daniela, giornalista freelance esperta di cucina, si è incaricata di scrivere le recensioni dei libri di argomento culinario che solleticavano la nostra curiosità. I corsi sono stati un’ovvia conseguenza, la passione per il cibo unisce e diventa esperienza condivisa. L’Associazione “La Signora dei Fornelli” è nata per diffondere sul nostro territorio la comune passione per la cucina, il buon cibo ed il buon vino, grazie anche alla collaborazione di Niccolò, il nostro sommelier AIS.