Cosa bolle in pentola?

Bella sfida quella di utilizzare il Vov per delle ricette, soprattutto sul salato, ma intanto per allenamento ci prepariamo con un altro sfizio dolce! Per me il Vov è il liquore tipico delle sciate in Alta Badia, il classico bombardino caldo con tanta panna montata che si gusta nelle baite, e che da ragazzina c’era sempre a casa, perché “tirava su”!

Non dimentichiamo che Vov organizza un concorso per ricette a base di Vov e che i premi sono fantasatici…partecipate tutti!!

Di recente ho preparato alcune cheesecake per una festa di compleanno e la bottiglia di Vov mi guardava dal piano di lavoro… E’ stato un pensiero improvviso, ed ecco come ho preparato questo dolce tipicamente americano!

Ingredienti per una tortiera di 22-24 cm: 350 g biscotti Digestive, 200 g burro, 2-3 cucchiai zucchero di canna, 350 g di formaggio spalmabile tipo Philadelphia, 350 g di ricotta, 120 g zucchero, 100 g panna fresca, 1 bicchierino di Vov, 2 uova e 1 tuorlo, 30 g Maizena®, mezza stecca di vaniglia; per guarnire marmellata di albicocche oppure albicocche fresche caramellate.

New York cheesecake al Vov

New York cheesecake al Vov

Mettere i biscotti digestive nel mixer, aggiungendo lo zucchero di canna, quindi sminuzzarli finemente. Sciogliere il burro in un pentolino e mettere i biscotti sminuzzati in una ciotola, aggiungendo a poco a poco il burro sciolto e amalgamando per bene. Imburrare una tortiera, meglio se a cerchio apribile, del diametro di 22-24 cm; ritagliare un disco di carta forno dello stesso diametro del fondo della tortiera e due strisce della stessa altezza dei bordi, quindi foderate la tortiera stessa. Versate il composto di biscotti sul fondo e sui lati della tortiera livellandolo bene con un cucchiaio. Mettere la teglia nel frigo per almeno un’ora. Prima di preparare la crema, preriscaldare il forno a 180 gradi. Sbattere le uova, la raschiatura della parte interna della bacca di vaniglia insieme allo zucchero in una ciotola finché il composto diventa spumoso. Aggiungere poi il formaggio, amalgamandolo bene fino a che diventi ben cremoso e privo di grumi. Aggiungere al composto la maizena setacciata, il bicchierino di Vov ed in ultimo la panna fresca non montata, continuando ad amalgamare il composto. Versare la crema ottenuta nella tortiera che sarà stata tolta dal frigorifero, livellarla e infornare a 180° per 30 minuti, poi abbassare la temperatura a 160° per altri 30-40 minuti. Se dopo i primi 30 minuti la superficie del cheesecake comincia a scurirsi, sarà meglio coprirla con un foglio di alluminio. A cottura avvenuta, spegnere il forno, e lasciar riposare il cheesecake per 30 minuti nel forno spento e con la porta socchiusa.

Una volta raffreddata completamente, guarnire la superficie con marmellata di albicocche o, in stagione, con albicocche fresche caramellate con una noce di burro e 2-3 cucchiai di miele di acacia. Naturalmente gustarlo con un bicchierino di Vov!!

New York cheesecake al Vov

New York cheesecake al Vov

Filetto di manzo alla senape con Vov
Il Torggelen a Casa AltoAdige
Doriana Tucci

A proposito di Doriana Tucci

All’inizio di questa avventura, una cara amica ha avuto fiducia nelle mie capacità culinarie… Così ho gestito la pausa pranzo in un mercatino di beneficenza con grandi soddisfazioni! Poi è arrivato un corso professionale, una qualifica seria e un passaparola fra amici e conoscenti per il mio servizio di chef @ home. Il sito, nato grazie alla creatività di Michele, riceve ormai moltissime visite da internauti affezionati italiani e stranieri. Alcune amiche, appassionate di cibo e curiose del suo mondo, hanno cominciato a frequentare con me eventi e manifestazioni e la loro collaborazione si è rivelata preziosa. Daniela, giornalista freelance esperta di cucina, si è incaricata di scrivere le recensioni dei libri di argomento culinario che solleticavano la nostra curiosità. I corsi sono stati un’ovvia conseguenza, la passione per il cibo unisce e diventa esperienza condivisa. L’Associazione “La Signora dei Fornelli” è nata per diffondere sul nostro territorio la comune passione per la cucina, il buon cibo ed il buon vino, grazie anche alla collaborazione di Niccolò, il nostro sommelier AIS.