Cosa bolle in pentola?

Grazie a Rigoni di Asiago, ho conosciuto un mondo fatto di frutta fresca biologica, coltivata con cura e passione, ed un’azienda che trasforma questa frutta col massimo rispetto per il prodotto e per l’ambiente!
Aver partecipato all’incontro organizzato a Milano con la presenza dello chef Martino Scarpa, mi ha dato ovviamente delle idee, che ho rielaborato e messo in pratica come spesso mi succede!
Ingredienti per 4 persone: 320 g di Carnaroli autentico, 80 g di speck dell’Alto Adige in un solo pezzo, 50 g di mirtilli freschi, un cucchiaio di Fiordifrutta ai Mirtilli neri di bosco, un limone non trattato, un’arancia non trattata, mezzo caprino, brodo vegetale, burro, sale, pepe nero in grani.
Preparare il brodo vegetale con una carota piccola, un gambo di sedano e 2 scalogni. Far ristringere ed eliminare carota e sedano, frullare il resto e tenere in caldo.
Ottenere le zeste dall’arancia e dal limone (circa 1 /4 di ciascuna buccia) e spremere il succo dell’arancia.
Tagliare lo speck a striscioline e rosolarlo nella casseruola dove si cuocerà il risotto con 3 cucchiai d’olio extravergine, poi unire i mirtilli e farli appassire con il succo dell’arancia. Togliere dalla casseruola e tenere da parte. Versare il riso nella casseruola con un velo d’olio extravergine, farlo tostare e unirvi il brodo vegetale poco alla volta.
Nel frattempo disporre altri cubetti di speck in una padella antiaderente e farli asciugare fino a renderli croccanti.
Portare a cottura quasi ultimata il risotto, versarvi i mirtilli e lo speck, poi mantecarlo con una noce di burro, le zeste degli agrumi, un cucchiaio di Fiordifrutta ai mirtilli ed il caprino, mantenendolo molto morbido.
Usare qualche mirtillo e altro speck per decorare i piatti insieme allo speck croccante.
Enjoy!!

Riso Carnaroli autentico con mirtilli, speck e Fiordifrutta Rigoni di Asiago

Riso Carnaroli autentico con mirtilli, speck e Fiordifrutta Rigoni di Asiago

Spaghetti cinesi con pollo e gamberi
Polpettine di sardine al forno con fiocchi d’avena
Doriana Tucci

A proposito di Doriana Tucci

All’inizio di questa avventura, una cara amica ha avuto fiducia nelle mie capacità culinarie… Così ho gestito la pausa pranzo in un mercatino di beneficenza con grandi soddisfazioni! Poi è arrivato un corso professionale, una qualifica seria e un passaparola fra amici e conoscenti per il mio servizio di chef @ home. Il sito, nato grazie alla creatività di Michele, riceve ormai moltissime visite da internauti affezionati italiani e stranieri. Alcune amiche, appassionate di cibo e curiose del suo mondo, hanno cominciato a frequentare con me eventi e manifestazioni e la loro collaborazione si è rivelata preziosa. Daniela, giornalista freelance esperta di cucina, si è incaricata di scrivere le recensioni dei libri di argomento culinario che solleticavano la nostra curiosità. I corsi sono stati un’ovvia conseguenza, la passione per il cibo unisce e diventa esperienza condivisa. L’Associazione “La Signora dei Fornelli” è nata per diffondere sul nostro territorio la comune passione per la cucina, il buon cibo ed il buon vino, grazie anche alla collaborazione di Niccolò, il nostro sommelier AIS.