Cosa bolle in pentola?

L’azienda Tagliapietra di Mestre, importante importatore e distributore di merluzzo, baccalà e stoccafisso delle isole Lofoten, mi ha incaricata di ideare delle ricette con il loro baccalà dissalato o con lo stoccafisso ammollato, pronti all’uso. Le confezioni, nei pratici dosaggi della linea ProntoCuoci, è stata ideata per chi ha poco tempo in cucina ma non vuole rinunciare ai sapori della tradizione.

Ingredienti per 5 persone (circa 20 canederli): 300 g di pane bianco senza crosta, raffermo di 3-4 giorni, 250 g di cuore di baccalà dissalato, 2 spicchi d’aglio, 50 g di Parmigiano Reggiano grattugiato, 2 uova, 2 o 3 manciate di farina, 70 ml di panna fresca, vino bianco secco, fumetto di pesce, erba cipollina, maggiorana e prezzemolo tritati, olio extravergine di oliva, sale e pepe macinato al momento; per il condimento: 250 g di salsa casalinga di pomodoro, 15 gamberi rossi siciliani freschissimi ed abbattuti.

Canederli al baccalà con tartare di gamberi rossi

Canederli al baccalà con tartare di gamberi rossi

Schiacciare uno spicchio d’aglio e rosolarlo in 3 cucchiai d’olio extravergine, aggiungere il baccalà a pezzetti e scottarlo, sfumandolo con 2 dita di vino bianco. Cuocere per 5 minuti, poi togliere dal fuoco per raffreddarlo, condire con poco sale e pepe bianco. Tagliare il pane raffermo a cubetti molto piccoli, aggiungervi la farina e mescolare. Tritare le erbe aromatiche ed aggiungerle al pane insieme al parmigiano grattugiato. Unire anche il baccalà raffreddato, le uova battute ed un bicchiere circa di fumetto di pesce, mescolando bene, insieme alla panna. Indossati dei guanti sottili in lattice, mescolare l’impasto per verificarne la consistenza: se troppo molle aggiungere un’altra manciata di farina, in caso contrario ancora un po’ di fumetto di pesce, finché sia facile formare delle pallottole di 2,5-3 cm di diametro con le mani bagnate. Buttare i canederli in acqua o fumetto di pesce bollente al momento di servirli e condirli con la salsa insaporita con uno spicchio d’aglio in camicia e 3-4 cucchiai d’olio. Tritare i gamberi crudi a tartare insieme a qualche fogliolina di prezzemolo e guarnire i piatti al momento di servire. Si possono anche preparare in anticipo, raffreddandoli in frigo e poi surgelandoli: sono utilissimi in caso di ospiti improvvisi!

Enjoy!!

Canederli al baccalà con tartare di gamberi

Canederli al baccalà con tartare di gamberi

Ravioli di patate e porri al profumo d'acciuga
Trofie al sugo di canocchie
Doriana Tucci

A proposito di Doriana Tucci

All’inizio di questa avventura, una cara amica ha avuto fiducia nelle mie capacità culinarie… Così ho gestito la pausa pranzo in un mercatino di beneficenza con grandi soddisfazioni! Poi è arrivato un corso professionale, una qualifica seria e un passaparola fra amici e conoscenti per il mio servizio di chef @ home. Il sito, nato grazie alla creatività di Michele, riceve ormai moltissime visite da internauti affezionati italiani e stranieri. Alcune amiche, appassionate di cibo e curiose del suo mondo, hanno cominciato a frequentare con me eventi e manifestazioni e la loro collaborazione si è rivelata preziosa. Daniela, giornalista freelance esperta di cucina, si è incaricata di scrivere le recensioni dei libri di argomento culinario che solleticavano la nostra curiosità. I corsi sono stati un’ovvia conseguenza, la passione per il cibo unisce e diventa esperienza condivisa. L’Associazione “La Signora dei Fornelli” è nata per diffondere sul nostro territorio la comune passione per la cucina, il buon cibo ed il buon vino, grazie anche alla collaborazione di Niccolò, il nostro sommelier AIS.