Cosa bolle in pentola?

Inutile dire che amiamo molto la Puglia, che nostra nuora è pugliese, che in Valle d’Itria vi sono molte aziende che sono parte del nostro cuore e ci riforniscono dei loro prodotti di altissima qualità…

Le bombette sono uno dei piatti più amati, caratteristici dei “fornelli”, le storiche macellerie nate a Cisternino per degustare e condividere la carne migliore.

Ingredienti per 4 persone: 8 fettine di capocollo di maiale, 100 g di caciocavallo semi stagionato, 8 fette di pancetta (in questo caso abbiamo utilizzato il filetto lardellato del Salumificio Santoro), pangrattato, prezzemolo, aglio, sale e pepe nero in grani.

Preparazione bombette pugliesi

Preparazione bombette pugliesi

Per preparare questa ricetta, sono diversi i passaggi da seguire: grattugiare grossolanamente il formaggio, battere le fette di capocollo, per farle diventare ancora più sottili, affettare il salume prescelto. Successivamente preparare un battuto di pangrattato, prezzemolo tritato, sale e pepe, per poi farcirvi ogni fetta, poi cospargervi il caciocavallo, e disporre una fetta di filetto lardellato (o pancetta).

Preparazione bombette pugliesi

Preparazione bombette pugliesi

Una volta completata la farcitura, arrotolare il tutto e fermare la carne e il ripieno con uno stuzzicadenti in modo che assuma la forma caratteristica. Formare spiedini con due o tre bombette. La ricetta originale prevede che si cuociano rigorosamente sulla brace, nei classici “fornelli” delle macellerie in Valle d’Itria, ma per chi non può farlo si possono cuocere sulla griglia o al forno. Per questa seconda variante, gli involtini andranno posizionati in una pirofila abbastanza grande e ben oliata e poi cotti a 200° per mezz’ora. La cottura andrà terminata con qualche minuto di grill per farle dorare.

Bombette pugliesi da cuocere

Bombette pugliesi da cuocere

Bombette pugliesi

Bombette pugliesi

Enjoy!!

Filetto di maiale con Tantifrutti albicocche e pesche al basilico
Confettura di rabarbaro, mele e fragole
Doriana Tucci

A proposito di Doriana Tucci

All’inizio di questa avventura, una cara amica ha avuto fiducia nelle mie capacità culinarie… Così ho gestito la pausa pranzo in un mercatino di beneficenza con grandi soddisfazioni! Poi è arrivato un corso professionale, una qualifica seria e un passaparola fra amici e conoscenti per il mio servizio di chef @ home. Il sito, nato grazie alla creatività di Michele, riceve ormai moltissime visite da internauti affezionati italiani e stranieri. Alcune amiche, appassionate di cibo e curiose del suo mondo, hanno cominciato a frequentare con me eventi e manifestazioni e la loro collaborazione si è rivelata preziosa. Daniela, giornalista freelance esperta di cucina, si è incaricata di scrivere le recensioni dei libri di argomento culinario che solleticavano la nostra curiosità. I corsi sono stati un’ovvia conseguenza, la passione per il cibo unisce e diventa esperienza condivisa. L’Associazione “La Signora dei Fornelli” è nata per diffondere sul nostro territorio la comune passione per la cucina, il buon cibo ed il buon vino, grazie anche alla collaborazione di Niccolò, il nostro sommelier AIS.