Cosa bolle in pentola?

Continuiamo la nostra serie di “cibi sani”! Il cavolo nero è notoriamente ricco di sali minerali e vitamine ed è adatto per la preparazione di minestre e zuppe, in particolare viene utilizzato nella cucina toscana. In questa occasione abbiamo cercato di rendere leggera e sana la nostra minestra, evitando soffritti con l’aiuto della Soup Blender della Princess. Ecco di seguito ingredienti e modalità di preparazione.

Ingredienti per 4 persone: 500 g di cavolo nero, la parte verde di un porro, 2 rape, 1 patata, olio extravergine, sale e peperoncino fresco.

Mondare le foglie del cavolo nero, eliminando le nervature più dure e tenere da parte i ciuffetti più teneri (circa il 15% del totale). Eliminare solo le parti rovinate del porro ed affettarlo, pelare rape e patata e tagliare a pezzi. Tagliare a fettine il peperoncino e scegliere quanto utilizzarne. Inserire nel Soup Blender, escluse le cimette tenute da parte e coprire con circa 750 ml di acqua. Accendere la macchina su Heat&Stir (riscalda e mescola) fino a che si fermi automaticamente. Controllare il sale e la densità della zuppa, inserire i ciuffetti di cavolo nero tagliuzzati, mescolare con un mestolo e scaldare ancora per 3 minuti, con la sola funzione Heat. In questo modo la vitamina C contenuta nel cavolo nero non si perderà e resterà sotto i denti la consistenza un poco croccante della verdura cotta solo in parte.

Versare nei piatti e condire con un giro d’olio extravergine.

Enjoy!!

Bignè - Pasta choux
Petite Maison, Turate. Un ristorante di cui sentiremo parlare
Doriana Tucci

A proposito di Doriana Tucci

All’inizio di questa avventura, una cara amica ha avuto fiducia nelle mie capacità culinarie… Così ho gestito la pausa pranzo in un mercatino di beneficenza con grandi soddisfazioni! Poi è arrivato un corso professionale, una qualifica seria e un passaparola fra amici e conoscenti per il mio servizio di chef @ home. Il sito, nato grazie alla creatività di Michele, riceve ormai moltissime visite da internauti affezionati italiani e stranieri. Alcune amiche, appassionate di cibo e curiose del suo mondo, hanno cominciato a frequentare con me eventi e manifestazioni e la loro collaborazione si è rivelata preziosa. Daniela, giornalista freelance esperta di cucina, si è incaricata di scrivere le recensioni dei libri di argomento culinario che solleticavano la nostra curiosità. I corsi sono stati un’ovvia conseguenza, la passione per il cibo unisce e diventa esperienza condivisa. L’Associazione “La Signora dei Fornelli” è nata per diffondere sul nostro territorio la comune passione per la cucina, il buon cibo ed il buon vino, grazie anche alla collaborazione di Niccolò, il nostro sommelier AIS.