Cosa bolle in pentola?

Anche quest’anno, con la quarta edizione, Ventura ha voluto premiare i 40 Top Chef d’Italia al suo evento del 21 Ottobre a Milano presso lo Spazio Anniluce, con l’appoggio della prestigiosa Scuola Internazionale di Cucina Italiana ALMA di Colorno (PR), fondata e diretta da Gualtiero Marchesi. Ciascuno chef ha creato un “piatto d’autore” utilizzando la frutta secca Ventura, per proporlo alla clientela nel proprio menu, a partire dal mese di novembre.

Presente all’evento è stato anche Marcello Scuffi, pittore pistoiese autore dell’opera “Montemarcello”, dedicata a Ventura e ai Top Chef del 2013, multipli della quale sono stati consegnati a ognuno dei premiati. Durante la premiazione, inoltre, gli Chef hanno impresso la forma della loro mano dipinta color oro ciascuno su una piccola tela che, firmata da ognuno, andrà a formare un’opera più grande, che comprenderà tutte le mani dei Top Chef 2013, anche questa ideata da Marcello Scuffi.

Durante la lunga attesa iniziale gli ospiti dell’evento hanno avuto la possibilità di assaggiare una parte dell’assortimento di frutta secca di Ventura: anacardi, mandorle, pistacchi, nocciole, albicocche, mirtilli, datteri, fichi e castagne, tutti davvero deliziosi. Come accompagnamento il pubblico ha potuto degustare il pregiato spumante Franciacorta Secolo Novo del 2007.

Prima di poter finalmente osservare quattro dei Top Chef intenti a preparare il loro piatto d’autore a base di frutta secca e assaggiarne il risultato, ha avuto luogo la premiazione, anch’essa molto lunga data la presenza di 30 dei 40 Top Chef designati.

Lo show cooking firmato Pietro Leemann (Joia, Milano), Andrea Aprea (Ristorante VUN del Park Hyatt, Milano), Alfio Ghezzi (Locanda Margon, Trento) e Silvio Salmoiraghi (Acquerello, Fagnano Olona) è stato interessante e l’assaggio successivo davvero gustoso, nonostante si sia trattato di cooking solo nel caso di Alfio Ghezzi, dato che nessuno degli altri Chef ha toccato l’unica piastra di cottura presente in sala. Unico neo: l’acustica inadeguata dello spazio ha reso agli ospiti molto difficile seguire la descrizione della preparazione dei piatti d’autore.

Testo di Fiammetta Ciuffi

Passatina di roveja con mazzancolle al timo
Filetto di manzo con riduzione al vino rosso
Doriana Tucci

A proposito di Doriana Tucci

All’inizio di questa avventura, una cara amica ha avuto fiducia nelle mie capacità culinarie… Così ho gestito la pausa pranzo in un mercatino di beneficenza con grandi soddisfazioni! Poi è arrivato un corso professionale, una qualifica seria e un passaparola fra amici e conoscenti per il mio servizio di chef @ home. Il sito, nato grazie alla creatività di Michele, riceve ormai moltissime visite da internauti affezionati italiani e stranieri. Alcune amiche, appassionate di cibo e curiose del suo mondo, hanno cominciato a frequentare con me eventi e manifestazioni e la loro collaborazione si è rivelata preziosa. Daniela, giornalista freelance esperta di cucina, si è incaricata di scrivere le recensioni dei libri di argomento culinario che solleticavano la nostra curiosità. I corsi sono stati un’ovvia conseguenza, la passione per il cibo unisce e diventa esperienza condivisa. L’Associazione “La Signora dei Fornelli” è nata per diffondere sul nostro territorio la comune passione per la cucina, il buon cibo ed il buon vino, grazie anche alla collaborazione di Niccolò, il nostro sommelier AIS.