Cosa bolle in pentola?

Questa volta per preparare la pizza non ci siamo accontentati dei “soliti” prodotti, ma abbiamo selezionato dei prodotti forniti da consorzi IGP: la Vastedda del Belice è un formaggio fresco a pasta filata prodotto con latte di pecora nel cuore della Sicilia, poco conosciuto, ma anche gli altri prodotti utilizzati sono di grandissima qualità: la Pancetta Piacentina e il Grana Padano. Tutti insieme hanno contribuito a creare una pizza unica nel suo genere!

Ingredienti: 400 g di pasta di pane (preparata impastando 280 g di farina 00, 160 ml di acqua, 20 g di olio extravergine di oliva, 10 g di sale fino, 6 g di zucchero), 3 cucchiai di polpa di pomodoro, origano, 200 g di Vastedda del Belice, 50 g di pancetta di Consorzio di Piacenza, 20 g diGrana Padanograttugiato, origano secco, sale, pepe, un giro d’olio extravergine di oliva.

Dopo aver impastato la pasta e fatta lievitare in un posto caldo coperta da un panno da cucina inumidito, stenderla su una teglia antiaderente, coprirla con la polpa di pomodoro, senza esagerare, salare, pepare, cospargere di origano e di parmigiano grattugiato. Tagliare una fetta di pancetta e farla a dadini e cospargerne la superficie della pizza. Condire con un filo d’olio extravergine e infornare in forno preriscaldato a 230C per 10 minuti, poi ricoprire con la Vastedda, tagliata con la grattugia grossa, far cuocere ancora 5 minuti e servire bollente.

Tonno marinato alla birra di ciliegie, in rosso
Uova in trippa
Doriana Tucci

A proposito di Doriana Tucci

All’inizio di questa avventura, una cara amica ha avuto fiducia nelle mie capacità culinarie… Così ho gestito la pausa pranzo in un mercatino di beneficenza con grandi soddisfazioni! Poi è arrivato un corso professionale, una qualifica seria e un passaparola fra amici e conoscenti per il mio servizio di chef @ home. Il sito, nato grazie alla creatività di Michele, riceve ormai moltissime visite da internauti affezionati italiani e stranieri. Alcune amiche, appassionate di cibo e curiose del suo mondo, hanno cominciato a frequentare con me eventi e manifestazioni e la loro collaborazione si è rivelata preziosa. Daniela, giornalista freelance esperta di cucina, si è incaricata di scrivere le recensioni dei libri di argomento culinario che solleticavano la nostra curiosità. I corsi sono stati un’ovvia conseguenza, la passione per il cibo unisce e diventa esperienza condivisa. L’Associazione “La Signora dei Fornelli” è nata per diffondere sul nostro territorio la comune passione per la cucina, il buon cibo ed il buon vino, grazie anche alla collaborazione di Niccolò, il nostro sommelier AIS.