Cosa bolle in pentola?

Una ricetta caratteristica del periodo pasquale, di sicuro effetto, che si prepara in fretta con ingredienti a basso costo: una caratteristica da non trascurare in questo periodo! Forse solo per pulire i carciofi ci vuole qualche minuto di pazienza, ma vi raccomando di non acquistarli già puliti, sono comunque più costosi e per pulirli con cura basta avere a disposizione un coltellino molto affilato e tornirli eliminando le foglie e tutte le parti fibrose: saranno deliziosi! Ecco ingredienti e procedimento.

Ingredienti per 8 persone: pasta brisé preparata con 400 g di farina 00, 190 g di burro freddo a cubetti, 50 ml di vino bianco secco, 50 ml di acqua fredda; 4-5 carciofi senza spine, 1 spicchio d’aglio in camicia, olio extravergine di oliva, 400 g di ricotta vaccina, 50 ml di panna fresca, 5 o 6 fettine di speck, 1 uovo, 8 ovetti di quaglia,  noce moscata, 4 cucchiai di latte, sale e pepe bianco in grani.

Preparare la pasta brisé lavorando velocemente gli ingredienti, formare una palla e riporla in frigorifero avvolta da pellicola, per mezz’ora circa. Mondare i carciofi, eliminare il fieno se presente, e tagliarli a spicchietti. Rosolare lo spicchio d’aglio in 3-4 cucchiai d’olio extravergine d’oliva e saltarvi i carciofi. Salare, aggiungere qualche cucchiaio d’acqua, e cuocere per 7-8 minuti. Lasciar raffreddare. Lavorare la ricotta con un albume, sale, pepe, noce moscata e la panna fresca, tenendo da parte il tuorlo. Stendere poco più della metà della pasta su un foglio di carta forno bagnata e ben strizzata, poi inserirla in una teglia da forno di 26 cm di diametro. Forare il fondo con i rebbi di una forchetta e disporvi le fette di speck. Versarvi i carciofi rosolati e sopra la ricotta lavorata, pareggiare e formare dei piccoli incavi a distanza regolare per rompervi dentro gli ovetti di quaglia. Disporre il tuorlo tenuto da parte al centro del ripieno di ricotta.

Stendere la pasta rimasta e ricoprirvi il ripieno, fare dei forellini per lasciar fuoriuscire il vapore ed spennellare la superficie con del latte. Infornare in forno statico preriscaldato a 185°, poi abbassare a 175° e cuocere in totale per 50 minuti circa o finché delicatamente dorata. Lasciar raffreddare prima di tagliare e servire come antipasto per la tavola di Pasqua o per il picnic di Pasquetta.

Torta pasqualina ai carciofi con ovetti di quaglia

Torta pasqualina ai carciofi con ovetti di quaglia

 

Enjoy!!

Riso Carnaroli autentico con clorofilla di erba cipollina, baccalà scottato e granella di pistacchi
Petto di pollo marinato all’arancia - #dietacongusto
Doriana Tucci

A proposito di Doriana Tucci

All’inizio di questa avventura, una cara amica ha avuto fiducia nelle mie capacità culinarie… Così ho gestito la pausa pranzo in un mercatino di beneficenza con grandi soddisfazioni! Poi è arrivato un corso professionale, una qualifica seria e un passaparola fra amici e conoscenti per il mio servizio di chef @ home. Il sito, nato grazie alla creatività di Michele, riceve ormai moltissime visite da internauti affezionati italiani e stranieri. Alcune amiche, appassionate di cibo e curiose del suo mondo, hanno cominciato a frequentare con me eventi e manifestazioni e la loro collaborazione si è rivelata preziosa. Daniela, giornalista freelance esperta di cucina, si è incaricata di scrivere le recensioni dei libri di argomento culinario che solleticavano la nostra curiosità. I corsi sono stati un’ovvia conseguenza, la passione per il cibo unisce e diventa esperienza condivisa. L’Associazione “La Signora dei Fornelli” è nata per diffondere sul nostro territorio la comune passione per la cucina, il buon cibo ed il buon vino, grazie anche alla collaborazione di Niccolò, il nostro sommelier AIS.