Cosa bolle in pentola?

Ingredienti: una baffa di salmone fresco, 500 g di sale fino, 300 g di zucchero, 1 cucchiaino di pepe nero, un mazzetto di aneto fresco, le zeste di un’arancia; burro aromatizzato, pane nero tostato.

Il giorno precedente l’utilizzo, preparare in una ciotola il composto di sale e zucchero, aggiungendo il pepe pestato, l’aneto tritato grossolanamente e le zeste d’arancia, mescolando bene. Con una pinzetta da pesce, indossando dei guanti monouso, togliere tutte le spine visibili e non. Disporre la baffa con la pelle rivolta verso il basso in un contenitore che lo contenga giusto e versarvi la marinatura, ricoprendo tutto il pesce, anche i bordi e parte della parte inferiore. Sigillare con la pellicola e lasciare in frigo per 6-8 ore. Dopo questo tempo, il salmone avrà perso molto liquido, diventando più rigido. Lavare il pesce sotto l’acqua corrente, tamponandolo con la carta da cucina per asciugarlo bene e disporlo su un tagliere. Tagliare a fettine sottili e servire accompagnando con crostini di pane nero e burro aromatizzato con zeste di agrumi oppure con spicchi di limone e olive.

Paté di fegato di vitello con nocciole (da una ricetta dello chef Danilo Angè)
Bocconcini di salmone in panure di pistacchio e pecorino
Doriana Tucci

A proposito di Doriana Tucci

All’inizio di questa avventura, una cara amica ha avuto fiducia nelle mie capacità culinarie… Così ho gestito la pausa pranzo in un mercatino di beneficenza con grandi soddisfazioni! Poi è arrivato un corso professionale, una qualifica seria e un passaparola fra amici e conoscenti per il mio servizio di chef @ home. Il sito, nato grazie alla creatività di Michele, riceve ormai moltissime visite da internauti affezionati italiani e stranieri. Alcune amiche, appassionate di cibo e curiose del suo mondo, hanno cominciato a frequentare con me eventi e manifestazioni e la loro collaborazione si è rivelata preziosa. Daniela, giornalista freelance esperta di cucina, si è incaricata di scrivere le recensioni dei libri di argomento culinario che solleticavano la nostra curiosità. I corsi sono stati un’ovvia conseguenza, la passione per il cibo unisce e diventa esperienza condivisa. L’Associazione “La Signora dei Fornelli” è nata per diffondere sul nostro territorio la comune passione per la cucina, il buon cibo ed il buon vino, grazie anche alla collaborazione di Niccolò, il nostro sommelier AIS.