Cosa bolle in pentola?

Il perché del nome “Ruote Pazze” di questa eccellente pasta del Pastificio Benedetto Cavalieri non lo so con precisione, certo è che tale è stata la maestria nell’ideare la trafila, che la pasta risulta cotta in modo omogeneo in tutte le sue parti, cotta al dente, naturalmente!

Ruota Pazza del Pastificio Benedetto Cavalieri

Ruota Pazza del Pastificio Benedetto Cavalieri

Ingredienti per 4 persone: g 350 di Ruote Benedetto Cavalieri, 250 g di fave sgranate (circa 750-800 g di fave in baccello), 30 g di pinoli, 2 o 3 cucchiai di Pecorino romano DOP grattugiato, qualche rametto di prezzemolo e di maggiorana, 1 spicchio d’aglio, bottarga di muggine, olio extravergine di oliva, sale e pepe bianco in grani, fiori eduli per guarnire.

Scottare le fave in acqua bollente salata per un paio di minuti, lasciar raffreddare in acqua fredda ed eliminare la pellicina. Rosolare lo spicchio d’aglio in camicia in 2 cucchiai d’olio extravergine, aggiungere le fave e insaporire per qualche minuto, poi eliminare l’aglio. Tenere da parte alcune delle fave più belle per decorare ed inserire nel bicchiere del frullatore con i pinoli, il pecorino, le erbe aromatiche, 35 g di olio extravergine, due dita di acqua di cottura, una macinata di pepe. Ridurre ad una crema morbida, poi assaggiare e regolare il sale.

Cuocere le Ruote in abbondante acqua salata e terminare la cottura in un wok con il pesto e qualche cucchiaio di acqua di cottura. Distribuire nei piatti, decorando con le fave tenute da parte ed i fiori eduli.

Enjoy!!

Ruote pazze Benedetto Cavalieri con pesto di fave e bottarga di muggine

Ruote pazze Benedetto Cavalieri con pesto di fave e bottarga di muggine

Ecco svelata The Invisible Kitchen di Miele - Fuorisalone 2016 Zona Tortona
Pasticciotti all’amarena
Doriana Tucci

A proposito di Doriana Tucci

All’inizio di questa avventura, una cara amica ha avuto fiducia nelle mie capacità culinarie… Così ho gestito la pausa pranzo in un mercatino di beneficenza con grandi soddisfazioni! Poi è arrivato un corso professionale, una qualifica seria e un passaparola fra amici e conoscenti per il mio servizio di chef @ home. Il sito, nato grazie alla creatività di Michele, riceve ormai moltissime visite da internauti affezionati italiani e stranieri. Alcune amiche, appassionate di cibo e curiose del suo mondo, hanno cominciato a frequentare con me eventi e manifestazioni e la loro collaborazione si è rivelata preziosa. Daniela, giornalista freelance esperta di cucina, si è incaricata di scrivere le recensioni dei libri di argomento culinario che solleticavano la nostra curiosità. I corsi sono stati un’ovvia conseguenza, la passione per il cibo unisce e diventa esperienza condivisa. L’Associazione “La Signora dei Fornelli” è nata per diffondere sul nostro territorio la comune passione per la cucina, il buon cibo ed il buon vino, grazie anche alla collaborazione di Niccolò, il nostro sommelier AIS.