Cosa bolle in pentola?

Ingredienti: 500 g di patate, 100 g di farina 00, due uova piccole, 100 g di ricotta vaccina, 80 g di spinaci bolliti ben strizzati, 40 g di parmigiano reggiano grattugiato, 4 fette di prosciutto cotto, burro, sale, pepe e noce moscata.

Bollire le patate, sbucciarle e schiacciarle con lo schiacciapatate. Lasciarle raffreddare sulla spianatoia. Nel frattempo preparare il ripieno, tritando col coltello gli spinaci tritati ed unendoli alla ricotta lavorata con sale, pepe e noce moscata, un uovo ed il parmigiano. Formare una “fontana” con le patate schiacciate, mettere al centro la farina, l’uovo ed il sale e con la forchetta raccogliere pian piano gli ingredienti dall’interno fino a formare un composto appiccicoso. Nel caso il composto sia troppo molle, aggiungervi un paio di cucchiai di farina e dare la forma di un salamotto. Prendere un canovaccio pulito, aprirlo sul piano di lavoro e spolverarlo con la farina; stendervi sopra l’impasto col matterello fino ad ottenere una forma rettangolare non troppo sottile. Controllando che non sia attaccato al canovaccio, stendervi sopra le fette di prosciutto che andranno a loro volta ricoperte con uno strato di ripieno. Aiutandosi col canovaccio, arrotolare il rotolo e dargli una forma arrotondata, come uno strudel. Annodare gli estremi e mettere a cuocere in acqua bollente salata con un filo d’olio. Dopo 20-25 minuti estrarre con delicatezza, snodare il canovaccio e far scolare l’acqua in eccesso. Disporre su un piatto e tagliare le fette che andranno ricoperte da burro fuso oppure da una fresca salsa di pomodoro. Servire caldo.

Besciamella tradizionale e per piatti di pesce
Crêpes - preparazione base
Doriana Tucci

A proposito di Doriana Tucci

All’inizio di questa avventura, una cara amica ha avuto fiducia nelle mie capacità culinarie… Così ho gestito la pausa pranzo in un mercatino di beneficenza con grandi soddisfazioni! Poi è arrivato un corso professionale, una qualifica seria e un passaparola fra amici e conoscenti per il mio servizio di chef @ home. Il sito, nato grazie alla creatività di Michele, riceve ormai moltissime visite da internauti affezionati italiani e stranieri. Alcune amiche, appassionate di cibo e curiose del suo mondo, hanno cominciato a frequentare con me eventi e manifestazioni e la loro collaborazione si è rivelata preziosa. Daniela, giornalista freelance esperta di cucina, si è incaricata di scrivere le recensioni dei libri di argomento culinario che solleticavano la nostra curiosità. I corsi sono stati un’ovvia conseguenza, la passione per il cibo unisce e diventa esperienza condivisa. L’Associazione “La Signora dei Fornelli” è nata per diffondere sul nostro territorio la comune passione per la cucina, il buon cibo ed il buon vino, grazie anche alla collaborazione di Niccolò, il nostro sommelier AIS.