Cosa bolle in pentola?

Una cooking class per dei manager olandesi e la necessità di proporre piatti italiani e soprattutto di stagione: ecco com’è nata l’idea di questo risotto che avevo già provato in un’altra versione. La semplicità è tutto ed il gusto è essenziale quando si propongono piatti così particolari, così via l’amato burro e via un eccesso di parmigiano. Cosa resta, direte? La freschezza e la dolcezza di peperone e delle erbe aromatiche, insieme al gusto leggermente acidulo del caprino. Ed è piaciuto, davvero tanto!

Ingredienti per 3 persone: 220 g di riso Vialone Nano, 2 peperoni rossi medi, basilico, origano, prezzemolo, maggiorana, erba cipollina freschi, in proporzione variabile secondo il vostro gusto, 1 formaggio caprino fresco, 2 cucchiai di Parmigiano Reggiano grattugiato, brodo vegetale preparato con porro, scalogno, sedano e carota, vino bianco secco, olio extravergine di oliva, sale di Cervia e pepe bianco in grani.

Ungere leggermente i peperoni con olio e cuocerli in forno a 220° per mezzora circa. Lasciarli raffreddare in un sacchetto di carta paglia poi spellarli, eliminare semi e filamenti e frullare riducendoli in crema. Nel frattempo raccogliere le erbe aromatiche, lavarle e tamponarle delicatamente, poi frullarle col frullatore ad immersione con un pizzico di sale e qualche cucchiaio d’olio extravergine. Suggerisco il sale di Cervia, cosiddetto sale dolce, per evitare la punta leggermente amara tipica del normale sale da cucina. Trasferire l’emulsione in un biberon oppure in una ciotolina.

In una casseruola bassa e larga tostare il riso in due cucchiai d’olio extravergine e, quando diventa traslucido, bagnare con 2 dita di vino e lasciar sfumare. Una volta evaporata la parte alcolica, salare il riso ed unire poco alla volta il brodo vegetale, alternandolo con qualche cucchiaiata di crema al peperone. Una volta giunti ad una cottura al dente, spegnere il fuoco e mettere il caprino a pezzetti nel riso e mantecare mescolando energicamente. Unire ancora mezzo mestolo di brodo nel caso risultasse troppo asciutto, non all’onda e condire con una generosa macinata di pepe ed il Parmigiano grattugiato.

Servire guarnendo con delle gocce di emulsione alle erbe aromatiche e qualche ciuffetto di basilico, maggiorana e prezzemolo.

Enjoy!!

Riso Vialone Nano ai peperoni rossi con salsa alle erbe aromatiche

Riso Vialone Nano ai peperoni rossi con salsa alle erbe aromatiche

Quiche di broccoli e acciughe
Sformatini con piselli, pancetta e Pecorino Sardo DOP
Doriana Tucci

A proposito di Doriana Tucci

All’inizio di questa avventura, una cara amica ha avuto fiducia nelle mie capacità culinarie… Così ho gestito la pausa pranzo in un mercatino di beneficenza con grandi soddisfazioni! Poi è arrivato un corso professionale, una qualifica seria e un passaparola fra amici e conoscenti per il mio servizio di chef @ home. Il sito, nato grazie alla creatività di Michele, riceve ormai moltissime visite da internauti affezionati italiani e stranieri. Alcune amiche, appassionate di cibo e curiose del suo mondo, hanno cominciato a frequentare con me eventi e manifestazioni e la loro collaborazione si è rivelata preziosa. Daniela, giornalista freelance esperta di cucina, si è incaricata di scrivere le recensioni dei libri di argomento culinario che solleticavano la nostra curiosità. I corsi sono stati un’ovvia conseguenza, la passione per il cibo unisce e diventa esperienza condivisa. L’Associazione “La Signora dei Fornelli” è nata per diffondere sul nostro territorio la comune passione per la cucina, il buon cibo ed il buon vino, grazie anche alla collaborazione di Niccolò, il nostro sommelier AIS.