Cosa bolle in pentola?

Un incontro fortuito è stato l’inizio di uno scambio interessante: io ne sapevo poco di birre, ma già le usavo per cucinare, i due fratelli de Al Frate Birraiolo di Cesano Maderno ne sanno tantissimo di birre, ma pochino di cucina…… Questa ricetta è preparata con Musa, del birrificio artigianale Herba Monstrum: una pale ale fresca e dissetante, decisamente luppolata, con un piacevole sentore amaro che si evolve fino a lasciare spazio a note fruttate di agrumi, apprezzabili sia al naso che al palato. Rotonda, morbida ed equilibrata, adatta a tutte le situazioni.

 

Ingredienti: 350 g di Riso Baldo, 6 capesante con il corallo, 1 bicchiere di birra pale ale, 650 ml di bisque di crostacei, 1 scalogno grande, 30 g di burro, maggiorana fresca, olio extravergine di oliva, sale e pepe nero in grani.

Lavare le capesante ed eliminare i gusci. Dividere i frutti in 4-6 parti separando i coralli da dividere a metà. Saltare in un padellino antiaderente le capesante con qualche fogliolina di maggiorana per 2-3 minuti, sfumare con metà della birra e cuocere per altri 2-3 minuti. Tenere da parte. Scaldare la bisque e cuocervi lo scalogno mondato ed affettato grossolanamente per una decina di minuti, eventualmente aggiungere due dita di acqua e salare. Frullare col frullatore ad immersione e tenere in caldo. Tostare il riso in una casseruola con olio extravergine, sfumarlo col resto della birra e cuocerlo aggiungendo un mestolo alla volta della bisque allo scalogno. Spegnere  il gas, mantecare con il burro e lasciare all’onda, eventualmente aggiungendo il liquido di cottura delle capesante. Impiattare decorando  con un ciuffetto di maggiorana, le capesante ed una generosa macinata di pepe.

Corso di cucina per teenager - Una novità da Cucina In
Spaghetti alla chitarra con piselli, panna e prosciutto
Doriana Tucci

A proposito di Doriana Tucci

All’inizio di questa avventura, una cara amica ha avuto fiducia nelle mie capacità culinarie… Così ho gestito la pausa pranzo in un mercatino di beneficenza con grandi soddisfazioni! Poi è arrivato un corso professionale, una qualifica seria e un passaparola fra amici e conoscenti per il mio servizio di chef @ home. Il sito, nato grazie alla creatività di Michele, riceve ormai moltissime visite da internauti affezionati italiani e stranieri. Alcune amiche, appassionate di cibo e curiose del suo mondo, hanno cominciato a frequentare con me eventi e manifestazioni e la loro collaborazione si è rivelata preziosa. Daniela, giornalista freelance esperta di cucina, si è incaricata di scrivere le recensioni dei libri di argomento culinario che solleticavano la nostra curiosità. I corsi sono stati un’ovvia conseguenza, la passione per il cibo unisce e diventa esperienza condivisa. L’Associazione “La Signora dei Fornelli” è nata per diffondere sul nostro territorio la comune passione per la cucina, il buon cibo ed il buon vino, grazie anche alla collaborazione di Niccolò, il nostro sommelier AIS.